Self booking tool sabre

Sabre alimenta il self booking tool per il business travel di SIAP

C’è un self booking tool più “ricco” sul mercato: nasce dalla collaborazione di Sabre con Siap, una software house italiana (piemontese) specializzata in soluzioni gestionali per agenzie di viaggio e tour operator.

Le due aziende hanno annunciato una tappa importante della loro partnership tecnologica di lunga data.

Cioè il rilascio di B4B, uno strumento per le prenotazioni in autonomia dei viaggiatori d’affari. È sviluppato da Siap con tecnologia e contenuti del Gds.

L’integrazione di B4B alle piattaforme di Sabre avviene tramite Api, application programming interfaces, cioè i software che aiutano la comunicazione fra più sistemi tecnologici. In pratica, le Tmc che usano il self booking tool di Siap ora accedono ai servizi di Sabre.

[Scopri il prodotto di Sabre per confrontare le offerte aeree]

Un esempio? Grazie a Sabre Profiles, B4B potrà contare su un maggiore controllo per una elevata efficienza. Ciò vuol dire che potrà gestire i dati e i profili dei viaggiatori d’affari automatizzando i processi di riconoscimento.

«Il nostro principale obiettivo era quello di portare sul mercato un self booking tool che integrasse i processi tipici del business travel in un’unica soluzione. Questo per gestire i viaggi d’affari in modalità online e offline e personalizzare i profili degli utenti a diversi livelli» argomenta Antonio Rosa, amministratore delegato di Siap.

[Leggi del sondaggio Sabre sull’industria dei viaggi post pandemia]

Self booking tool Sabre, prosegue la collaborazione con Siap

«La nostra collaborazione di lunga data con Sabre ha visto la sua naturale evoluzione in questa integrazione. Integrazione che consente a Tmc e travel manager di garantire un servizio più intuitivo e facile da utilizzare», aggiunge Paola De Filippo, general manager di Sabre per l’Italia.

Continua: «Siap è un partner con il quale ci accomuna l’obiettivo di fornire ai viaggiatori un’esperienza di viaggio all’avanguardia, e siamo lieti di collaborare con un interlocutore così impegnato e lungimirante che comprende chiaramente il ruolo svolto dalla tecnologia nell’offrire quell’esperienza impeccabile che i clienti si aspettano sempre più spesso, soprattutto per quanto riguarda le trasferte di lavoro con esigenze molto cambiate negli ultimi due anni».

[Restrizioni di viaggio: Sabre le mostra con Safe Point]