AccomodationGalleryMissiOnews

Tbilisi si apre al mondo con Sheraton Grand Metechi Palace

Quattro anni e mezzo di lavori per ristrutturare quasi da zero la ‘finestra sul mondo’ di Tbilisi, lo storico hotel Sheraton, da sempre considerato uno dei luoghi di incontro più rinomati ed eleganti della città.

Un rinnovamento che porta nuova linfa a quella che si presenta oggi come una struttura di altissimo livello, all’avanguardia e sofisticata che ha preso la designazione di Sheraton Grand.

Sheraton Hotels & Resorts, il brand più globale del gruppo Marriott International ha infatti inaugurato una nuova era per lo Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace, in perfetta linea con il nuovo posizionamento del payoff ‘Where the world comes together’.

Perché lo Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace diventi ‘the place to be’ e ‘to be seen’, come ha spiegato Liam Brown, president & managing director Europe di Marriott International.

Con un’attenzione particolare al target al segmento Mice e al target del business traveller.

“Questo hotel mette a disposizione del Mice gli spazi più grandi di tutta Tbilisi e credo anche di tutta la Georgia – spiega Liam Brown -. Per i viaggiatori business, l’hotel dispone infatti di 2.600 mq di spazi versatili per meeting e riunioni. Sono presenti aree di accoglienza, 12 sale meeting e la più grande sala da ballo di Tbilisi. Lo Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace ha un ruolo chiave per la città: è sempre stato un faro nel buio, anche in periodi travagliati, quando mancava la luce, letteralmente. Perché non c’era l’elettricità. E’ molto amato dai cittadini e noi vogliamo ricambiare questo amore facendolo diventare il cuore pulsante dell’attività turistica”

Inoltre, la strategia si allinea con quella del governo, che ha intenzione di puntare molto sul segmento Mice rivolgendosi sia ai Paesi limitrofi, che già scelgono Tbilisi come luogo d’elezione per i loro meeting, sia all’Europa continentale e al Regno Unito.

“La Georgia è vista un po’ come la Svizzera del Caucaso, tutti i Paesi che la circondano vengono qui perché il servizio è efficiente, la gente molto ospitale, c’è una grande tradizione culturale e, non da ultimo cibo e vino sono ottimi”, conclude.

tbilisi

A questo proposito, l’offerta di ristorazione dell’hotel merita una menzione speciale.

Lo Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace non è di certo il classico albergo in cui si soggiorna, ma che poi viene accantonato per la cena. Il cibo è di altissimo livello: la proposta include il ristorante Feast, con un menu di cucina internazionale e locale, il bar Craft House, l’esclusiva Wine Library e il ristorante panoramico sul rooftop del decimo piano con cucina mediterranea fusion. La lobby lounge, aperta 24/7, è il luogo ideale per incontrare amici e colleghi provando i signature cocktail dell’hotel accompagnati da piatti light.

Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace

Situato nel cuore della capitale, Sheraton Grand Tbilisi Metechi Palace si trova a pochi minuti d’auto dalla città vecchia e nelle vicinanze dell’antica fortezza di Narikala, che sovrasta la città, del Palazzo Presidenziale, del Tbilisi Botanical Garden e altre attrazioni culturali.

Dall’Italia, la soluzione più comoda per volare a Tbilisi è tramite la Turkish Airlines con tappa a Istanbul. Una volta atterrati nella capitale, l’hotel si trova a soli 15 minuti dallo Tbilisi International Airport.

Le 220 camere e suite presentano un design contemporaneo con interni che riprendono una palette di delicate tinte pastello nei toni del marrone e del grigio che fanno risaltare le opere esposte realizzate da un fotografo georgiano. Dall’hotel si possono godere viste panoramiche sui monumenti di Tbilisi, sulla città vecchia, sul fiume Mtkvari e sulla pittoresca catena montuosa. L’hotel include anche la Sheraton Club Lounge, uno spazio esclusivo per rilassarsi.

I servizi dell’hotel comprendono anche un centro fitness con attrezzature cardio all’avanguardia, una piscina interna ed esterna e la p’auza Spa che offre servizi di alto livello, quattro sale per trattamenti, una varietà di saune e hammam, una piscina di acqua ghiacciata e aree relax, oltre a un menu di rituali rilassanti per alleviare lo stress del viaggio.

Sheraton, i piani in Italia

Si tratta del terzo brand di Marriott International per numero di stanze e comprende ad oggi circa 450 hotel in tutto il mondo, di cui 61 in Europa. Sheraton è anche il secondo brand del gruppo per introiti. A oggi Sheraton vanta un robusto piano di espansione globale, con 80 nuovi progetti già siglati in 33 Paesi e territori.

Entro il 2020, il brand sarà presente in 80 Paesi. Il brand ha annunciato inoltre l’apertura di dieci nuovi hotel nel Vecchio Continente nei prossimi cinque anni, grazie ai quali il portfolio europeo  supererà i 70 indirizzi.

Il 25% degli Sheraton in tutto il mondo ha già iniziato il rinnovamento o ha preso impegni per attuarlo nell’imminente futuro.

Un chiaro esempio di come i proprietari stiano rispondendo con ottimismo ed energia a questa nuova brand vision.

“Vogliamo scommettere ancora di più sull’Italia, un Paese che offre molte opportunità – spiega Liam Brown -. Ad agosto apriremo a Milano il nuovo Sheraton Milan San Siro, rafforzando la presenza del marchio nella città meneghina. Inoltre, apriremo anche un nuovo Autograph Collection a Lucca, in data ancora da definire”.

Si arriva così a quota tre strutture, contando Sheraton Milan Malpensa e Sheraton Diana Majestic.

Cina
Precedente

A 12 i nuovi collegamenti da Roma Fiumicino per la Cina

Olimpiadi
Successivo

Olimpiadi Invernali 2026, per Milano saranno un "expo al quadrato"