AccomodationFormazione / EventiMissiOnews

Tokyo nel 2020, destinazione business travel sotto i riflettori

Occhi puntati su Tokyo nel 2020: la capitale del Giappone con 13 milioni di abitanti attende la comunicazione del volo diretto da Milano di All Nippon Airways dall’anno prossimo e intanto si annuncia come una destinazione da business traveller da tenere d’occhio.

Non solo per i Giochi Olimpici del 2020, ma per l’apertura dell’Haneda Innovation City vicino al terminal aeroportuale internazionale omonimo.

Non è tutto. La megalopoli giapponese vede l’inaugurazione di uno dei celebri hotel a marchio Henn Na, caratterizzati dai receptionist-robot, propriamente dedicato ai viaggiatori d’affari. Infine, la capitale del Sol Levante alza il sipario sul nuovo volto di Shibuya. L’iconico quartiere votato alla moda e alla cultura, negli ultimi anni è stato oggetto di un piano di rinnovamento per affermarsi come centro di innovazione e business del Paese.

Vediamo come tutte queste inaugurazioni si concentreranno a Tokyo nel 2020.

Tokyo nel 2020: Haneda Innovation City

Nei dintorni dell’aeroporto di Haneda, dove anche Alitalia atterrerà dal 20 marzo 2020, sorge il polo Haneda Innovation City.

«È destinato a diventare la meta principale per tutti i viaggiatori che desiderano provare la cucina gourmet, avvicinarsi alla cultura tradizionale giapponese e rilassarsi con concerti di musica», spiega la rappresentanza turistica della città in Italia, gestita da Interface Tourism.

Ma Haneda Innovation City ospiterà anche strutture per ricerca medica d’avanguardia, spazi business e una stazione di ricarica dell’idrogeno. Alcune zone saranno già operative a partire dalla prossima estate, mentre l’apertura completa è prevista per il 2022.

Henn Na hotel a Tokyo Ginza

Se ad Osaka nell’hotel Henn Na vicino all’aeroporto di Kansai c’è una sorgente termale nella hall che sembra sommersa e alla reception compaiono dinosauri robotici, la catena ha preparato per Tokyo, nel quartiere dello shopping di lusso di Ginza, un’accoglienza artificiale specifica per i viaggiatori d’affari.

I robot umanoidi in questo caso hanno sembianze femminili.

La receptionist accompagna in camera i clienti e non si limita al check in al desk, inoltre parla inglese, cinese, coreano e giapponese. Non sa semplicemente salutare, ma anche sorridere, battere le palpebre e muovere le braccia. (Vedila in questo video) 

Tokyo nel 2020, il nuovo complesso Shibuya Fukuras

E’ nuovissimo il complesso Shibuya Fukuras. Oltre ad una serie di strutture commerciali, il polo porta con sé tre importanti novità «che candidano la zona come principale gateway per i visitatori stranieri e importante promotore di new business», spiega l’ente di promozione ai viaggi verso il Giappone.

Il fulcro del progetto è il grattacielo omonimo, aperto gradualmente a partire dal mese di novembre 2019. L’edificio si trova di fianco alla stazione di Shibuya, proprio dove si ergeva Tokyu Plaza, il mall preferito degli abitanti di Tokyo.

Nel quartiere sarà disponibile un nuovo terminal di autobus con servizio di airport limousine in funzione tra Shibuya e gli aeroporti di Haneda e Narita.

Il primo piano del grattacielo ospiterà invece una galleria d’arte e un ufficio informazioni per i viaggiatori, chiamato Shibuya-san.

Oltre a fornire informazioni sui luoghi da visitare nella capitale nipponica, cambio valuta e deposito bagagli, Shibuya-san esporrà opere d’arte e indicazioni su come partecipare a corsi d’arte correlati alle esposizioni. Il centro informazioni sarà aperto fino alle 23.

Infine, al 17esimo piano si trova il Business Airport Shibuya Fukuras, un’area di co-working internazionale.

Dal secondo all’ottavo piano del grattacielo e al 17settesimo e 18esimo ci saranno i negozi del Tokyu Plaza Shibuya, un centro commerciale realizzato a tema di “Dolce Vita”. Con deviazione robotica: da Pepper Parlour al 5° piano, un robot umanoide serve drink e waffles insieme a personale umano.

amsterdam schiphol
Precedente

Nuova lounge Crown non Schengen ad Amsterdam Schiphol per KLM

Alitalia è stata certificata Iata Ceiv Pharma
Successivo

Alitalia è certificata Iata Ceiv Pharma per il trasporto dei medicinali