MissiOnewsTrasporti

Accordo con i piloti per Ryanair, che farà pagare il bagaglio a mano

Accordo con i piloti per Ryanair, che apre però un altro fronte sui bagagli da stiva, facendo pagare da novembre il trolley che va nelle cappelliere, ma che troppo spesso ritarda i voli del vettore perché ve ne sono troppi a bordo o sono troppo pesanti. Dopo un’estate non facile per il conflitto sociale in atto con i suoi dipendenti (leggi qui) il vettore guidato da Michael O’Leary ha raggiunto ieri un accordo con il sindacato Forsa che rappresenta i suoi piloti irlandesi. “L’accordo proposto sarà ora messo ai voti, con Forsa e i suoi rappresentanti dei piloti Ryanair che raccomandano il sì alla consultazione” ha scritto il sindacato in una nota, non specificando però i dettagli dell’accordo. Questa firma però potrebbe non bastare a fermare le controversie tra l’azienda e i suoi dipendenti in altre parti d’Europa, tra cui vi è il personale di bordo con cui non è stato trovata alcuna quadra. Intanto però la Borsa di Dublino festeggia, dopo un paio di mesi difficili (vedi qui l’andamento dell’azione).

Accordo con i piloti per Ryanair, che farà pagare il bagaglio a mano da 10 chili a partire da novembre

Viaggiatori d’affari,e non, occhio. Da novembre Ryanair farà pagare il bagaglio a mano da 10 chili che fa nelle cappelliere, tra i 6 e gli 8 euro, “per combattere i ritardi causati a bordo dei suoi aeromobili da persone che trasportano troppo bagaglio a mano” fa sapere la compagnia in una nota. La borsa o lo zainetto che potrà andare sotto il sedile davanti a sé rimarrà gratuito. Un accorgimento, già applicato nel passato da Wizz Air che fece però presto marcia indietro, che tutte le altre low cost non considerano e che secondo Ryanair non andrà a creare fatturato aggiuntivo (noi invece scommettiamo di sì) ma faciliterà ancora di più il turnover dei suoi aeromobili.

Delta accelera sull'Europa
Precedente

Dopo AA, anche Delta accelera sull'Europa

il futuro di Iberia
Successivo

I sei punti nodali per il futuro di Iberia nelle parole di Gallego