carburante verde aerei

Carburante verde aerei: Amex GBT lancia Avelia con Shell e Accenture

Il carburante verde degli aerei (Saf) è la chiave di volta per decarbonizzare il trasporto nei cieli. Ma è più costoso, di almeno 2-8 volte rispetto al normale jet fuel. Non in tutti gli aeroporti è disponibile. Inoltre, il suo utilizzo, mescolato in modestissima quantità con il kerosene tradizionale, è ancora legato a iniziative “speciali”. Non ai servizi aerei di tutti i giorni, per intenderci.

Ad esempio, in questi in giorni, in concomitanza del Business Travel Show a Londra, si tengono i “Connecting Europe Days” dell’aviazione a Lione: in questa occasione cinque voli di Air France, Klm e Transavia hanno volato riempiendo i serbatoi di almeno il 30% di Sustainable aviation fuel.

Per incrementare la diffusione di carburante verde per aerei, American Express GBT ha presentato proprio all’evento londinese del business travel una piattaforma “book and claim” di Saf, basata su tecnologia blockchain. E ha già un primo cliente, Aon.

[American Express GBT partecipa con Iata al progetto del CO2 Calculator per il calcolo su ogni singolo passeggero e per volo]

Carburante verde per aerei: Amex GBT con Shell e Accenture lancia Avelia

Anzitutto, è bene sapere che l’utilizzo di carburante verde per aerei taglia le emissioni di CO2 dell’80%.

Il progetto “Avelia” vede la collaborazione della Tmc American Express GBT con Shell e Accenture. Si tratta di una piattaforma di prenotazione e richiesta (book and claim) di Saf, cui le agenzie di viaggio e gli stessi clienti business traveller contribuiscono. Si basa sul principio della condivisione per aumentare la diffusione di Sustainable aviation fuel.

Nella scelta di una rotta aerea, il cliente opziona una quantità di Saf e anche se questa non sarà disponibile in quell’aeroporto di partenza, il carburante verrà immesso in un altro aeromobile laddove il rifornimento sarà possibile. In cambio, riceverà crediti in termini di sostenibilità, certificati dalla tecnologia blockchain e utilizzabili per il bilancio aziendale.

Avelia è stata sviluppata da Shell e Accenture, mentre American Express Global Business Travel ha il ruolo di diffonderla nel settore dei viaggi d’affari. Come noto, il mercato più redditizio per le compagnie aeree. Un biglietto rende 4,5 volte di più rispetto a un ticket di viaggio leisure.

AON aderisce: è il primo partner di business travel

Il primo cliente di Amex a partecipare all’iniziativa è Aon, colosso inglese di consulenza sui rischi e di intermediazione assicurativa e riassicurativa.

L’annuncio è stato dato ieri al Business Travel Show di Londra.

L’AD James Platt ha detto: «Riteniamo che ci sia un’opportunità di tracciare un percorso migliore affinché sia ​​la nostra azienda che la società diventino più resilienti e sostenibili.

Mentre aiutiamo i nostri clienti a prendere decisioni migliori quando affrontano la volatilità e il rischio nella gestione della transizione climatica, stiamo anche facendo mosse coraggiose per mitigare le emissioni di gas serra.

Siamo orgogliosi di essere tra i primi ad aderire a questa iniziativa nel pilotare una soluzione per Saf che aiuterà Aon e altri a raggiungere i propri obiettivi di riduzione delle emissioni e gli impegni di sostenibilità».

Attualmente su Avelia è già disponibile un milione di galloni di Saf.

American Express GBT spiega che sono in corso molti altri accordi con multinazionali. La Tmc ha 19mila clienti nel mondo, in 140 Paesi, di cui 40 delle Top 100 per budget di spesa in viaggi d’affari.

Il suo Ceo, Paul Abbott, argomenta: «Questo progetto pilota è un importante passo fondamentale nel nostro viaggio verso un mondo a zero netto entro il 2050. Man mano che più aziende e organizzazioni come Aon si uniranno, i segnali del mercato aumenteranno, rendendo il carburante verde per aerei più competitivo con il jet fuel convenzionale».

American Express Global Business Travel aderisce al patto del World Economic Forum “Clean Skies for Tomorrow”, per raggiungere il 10% di Saf entro il 2030.

[Certificare le emissioni dei voli: scopri l’iniziativa di Cathay Pacific]

Carburante verde per aerei: la via della decarbonizzazione del trasporto nei cieli

Il Sustainable aviation fuel è l’unica opzione praticabile per ridurre le emissioni dell’aviazione nel breve e medio termine.

Jan Toschka, presidente di Shell Aviation, osserva: «Tecnologie come l’idrogeno e il volo elettrico sono lontane decenni dall’avere un impatto su larga scala.

Invece, il Saf può essere utilizzato immediatamente senza la necessità di un cambiamento fondamentale nella progettazione delle infrastrutture o degli aeromobili».

Perché coinvolgere proprio il business travel?

In American Express Gbt, la convinzione parte dal fatto che la comunità dei viaggi d’affari è molto influente e concentrata rispetto ai viaggi di piacere.

Pur rappresentando una porzione relativamente piccola dell’aviazione (estremamente redditizia per i vettori, ndr), il business travel può svolgere un ruolo importante nel guidare la transizione verso l’aviazione a zero emissioni.

Ecco che le aziende e le organizzazioni che prenoteranno Saf su Avelia contribuiranno a promuoverne una più ampia adozione. Una volta innescato il mercato della competizione, i prezzi diminuiranno.

Suzanne Neufang, amministratrice delegata della Global Business Travel Association (Gbta), spiega che «le iniziative di sostenibilità collaborative contribuiranno a creare un futuro migliore per il nostro pianeta e per i viaggi di lavoro.

Secondo lo State of Sustainability Report, l’89% degli intervistati afferma che la sostenibilità è una delle principali priorità per la propria azienda. La comunità dei viaggi d’affari è esigente e guida il progresso ambientale, con programmi pionieristici come questo (di Avelia, ndr)».