GreenMissiOnewsTech & WebTMCTrasporti

Easyjet e Sabre, accordo di distribuzione per il business travel

Easyjet e Sabre corporation siglano un accordo di distribuzione focalizzato specificamente sul business travel. L’obiettivo principale di questa sinergia è la crescita. Una crescita che per Easyjet è passata dai 10 milioni di clientela d’affari nel 2012 ai quasi 17 lo scorso anno, con un incremento dell’11% nel solo 2019 rispetto al 2018.

Come detto, il nuovo contratto è orientato proprio a sviluppare il segmento dei viaggi d’affari.

Del resto Easyjet ha una importante offerta per chi viaggia per lavoro (scoprila qui), incentrata su un network di voli nei principali aeroporti europei.

Ma non solo, come spiega Thomas Haagensen, direttore del mercato Gruppi della compagnia fondata nel 1995.

«Per i passeggeri business abbiamo anche un portafoglio di slot che garantisce un’alta frequenza sulle maggiori rotte d’affari europee. Senza contare il nostro programma di sostenibilità, che supporta i clienti business nel raggiungere gli obiettivi di una politica di viaggio più green. La continuazione della partnership con Sabre ci permette di offrire un servizio su misura a quei passeggeri che volano con noi per affari e che in passato potrebbero non averci contattato direttamente».

Scopri la politica di Easyjet sul business travel e sul cambio di data nei biglietti

easyJet e Sabre

Easyjet e Sabre, accordo per il business travel

Attraverso la piattaforma di Sabre, Easyjet sarà in grado di distribuire le sue tariffe e le sue offerte ad aziende, Tmc e agenzie di viaggio. In tutto il mondo. Ne deriva che l’accordo di partnership tra Easyjet e Sabre sarà uno strumento fondamentale per incrementare il giro d’affari nel settore del business travel.

«Questa partnership – fa eco Salman Syed, vice presidente Sabre Travel Network per l’area Emea – ci permette di dare ulteriori contenuti alle agenzie di tutta Europa».

I software di Sabre sono già utilizzati da centinaia di compagnie aeree e da migliaia di hotel in tutto il mondo. Per questo motivo, ogni anno processano più di 120 miliardi di dollari di spesa mettendo in contatto clienti e fornitori di servizi.

Leggi dell’accordo tra Sabre e Accor

Easyjet, dal canto suo, trasporta ogni anno più di 100 millioni di passeggeri con 334 aerei su 1061 rotte e 159 aeroporti di  36 paesi. Senza contare che più di 300 millioni di europei risiedono a meno di un’ora di macchina da uno scalo servito dal vettore low cost.

Dal 2000 la compagnia ha ridotto del 33,67% le emissioni di CO2 per chilometro per passeggero, con l’obiettivo di arrivare al 38% nel 2022.

 

easyJet e Sabre

viaggi d'affari e coronavirus
Precedente

I viaggi d’affari ai tempi del Coronavirus, avete un piano di business continuity?

scioperi sospesi
Successivo

Scioperi sospesi fino al 31 marzo per Coronavirus