MissiOnewsTech & WebTMCTrasporti

La Gds Fee Lufthansa sale a 19 euro dal 1° ottobre

La Gds fee Lufthansa a 19 euro dal 1° ottobre. L’altrimenti detta Distribution cost charge (Dcc) in ambito internazionale fa un salto da £14 – €16 – US $17,50 a £17 – €19 – US $21 per le prenotazioni con Austrian Airlines, Lufthansa, Swiss, Air Dolomiti e Brussels airlines. In una nota ai partner della distribuzione, la società tedesca informa che la ragione dell’aumento è da attribuire all’incremento dei costi di distribuzione da parte dei Gds da quando la Dcc è stata introdotta. Cioè nel settembre 2015.

I canali di prenotazione esenti da questa sovrattassa sono quelli diretti tra i vettori e i distributori/produttori. Ad esempio per chi di loro utilizza l’Api Ndc di Lufthansa oppure Lhgroup.agent.com e i siti web delle rispettive aerolinee.

E’ il secondo incremento della Gds fee Lufthansa, dopo averla aumentata nel giugno 2019.

Gds fee Lufthansa a 19 euro: le TMC si organizzano con Ndc

In risposta alle critiche mosse dall’associazione inglese del business travel, LH risponde che ormai molti venditori e distributori si sono uniti nella commercializzazione diretta dei loro servizi.

Le Tmc globali, dal canto loro, fanno sapere di essere in discussioni per accordi di bilanciamento tra le compagnie del Gruppo Lufthansa e i Gds stessi. Al fine di trovare una soluzione che accontenti tutte le parti.

Altre Tmc stanno sviluppando soluzioni proprie sulla base delle esigenze delle imprese-clienti. Le quali possono così accedere ai contenuti tramite Gds o attraverso le Api dell’aggregatore preferito, che quindi è escluso dagli aumenti e attinge a tutti i contenuti di LH.

Approfondisci come le TMC non pagano i supplementi.

Biglietti aerei Air France-Klm: sovrattassa a 13 euro per tratta

Anche Air France e Klm hanno aumentato il supplemento di distribuzione da 12 a 13 euro su ogni singola tratta per i biglietti prenotati via Gds dal 10 settembre.

Recentemente il gruppo francese si è accordato con Amadeus per veicolare le tariffe Ndc. Per accedere ai contenuti di Af-Klm distribuiti tramite la tecnologia Ndc dall’Amadeus travel platform gli agenti dovranno firmare accordi bilaterali  con entrambi gli interlocutori.

Da alcuni anni le due compagnie aeree stanno collaborando con il Gds per integrare i servizi Ndc.

Lo status quo vede le prime fasi del processo di vendita (scelta volo, conferma e pagamento) prenotabili da agenzie-pilota nel quarto trimestre di quest’anno. La piena integrazione con le funzionalità di post vendita (l’assistenza) dovrebbe essere completata nella prima metà del 2021.

Dopodiché Amadeus consentirà anche ai viaggiatori aziendali di prenotare tramite Ndc tramite Cytric travel & expense.

I passi avanti di Sabre su NDC

E’ evidente che Ndc di Iata (New distribution capability) non sia un capitolo di cambiamento della distribuzione aerea intorpidito dal Coronavirus.

Sabre ha annunciato due traguardi importanti nel suo percorso volto a mettere a disposizione dei propri clienti le funzionalità della nuova tecnologia.

Uno di essi riguarda Belavia. Belarusian airlines è diventata la prima aerolinea a raggiungere la certificazione Iata di livello 3, grazie all’utilizzo delle funzionalità IT Ndc di Sabre per il trasporto aereo.

Il secondo, Sabre lo deve alla collaborazione con l’agenzia di viaggi Flight centre travel group e alla partnership con una compagnia aerea che non vuole svelare. In questo caso, il Gds texano ha ottenuto la certificazione di livello 4 come aggregatore.

Fctg è una multinazionale australiana, tra le maggiori agenzie di viaggi leisure e corporate globali, vale 20 miliardi di dollari. I suoi brand nel business travel sono presenti in 90 Paesi, scoprili qui.

Leggi qui delle incrinature tra Sabre e il gruppo Lufthansa.

Hertz premiata a IMA
Precedente

Hertz premiata a Ima 2020 come miglior rent a car per clienti business

Cathay Pacific premiata a Ima
Successivo

Cathay Pacific premiata a Ima: il volo Milano-Hong Kong riprende il 14 novembre