Senza categoriaTrasporti

Intermodalità aereo e treno: Tap Air Portugal lo fa con Acces Rail

L’intermodalità aereo e treno è realtà, in Portogallo. Grazie a un accordo con Acces Rail, Tap Air Portugal può ora offrire opzioni di viaggio combinate in sette Paesi europei. In questo modo, il vettore di Lisbona amplia la propria connettività, potenziando anche l’hub aeroportuale.

Come funziona?

Intermodalità aereo e treno con Tap Air Portugal

Per viaggiare con un biglietto combinato, è sufficiente prenotare il biglietto del treno al momento della prenotazione del volo con Tap. Il check in per il viaggio ferroviario è obbligatorio e sarà disponibile a partire da 72 ore prima. Dopo di esso, il passeggero riceve una carta d’imbarco che dovrà presentare per salire a bordo del convoglio.

Il passeggero ha il diritto di trasportare sul treno lo stesso bagaglio che avrà sull’aereo. È responsabile del check in, del ritiro e del trasporto della sua valigia al momento del trasferimento dall’aereo al treno e viceversa.

Il servizio è disponibile in Germania, Italia (grazie all’accordo con Trenitalia), Regno Unito, Svizzera, Austria, Paesi Bassi e Belgio.

Acces Rail: chi è

Con sede in Canada, Acces Rail è tecnicamente una compagnia aerea virtuale specializzata nell’emissione di biglietti ferroviari nello stesso itinerario che combina un volo e un passaggio in treno. Ha accordi con centinaia di aerolinee in tutto il mondo e partner ferroviari.

E’ distribuita anche sui Gds. Opera sul mercato da 20 anni come provider tecnologico di viaggi intermodali.

Approfondisci in questa pagina sui viaggi in Europa in aereo e in treno.

«Il collegamento ferroviario e aereo è fondamentale per un futuro sostenibile e la nostra partnership con Acces Rail ci consente di costruire la piattaforma per raggiungere tale obiettivo«, osserva Arik De, chief revenue & network officer di Tap.

Voli Italia-Lisbona con Tap: ripartono Venezia, Bologna e Firenze

L’operativo attuale prevede una media di 9 voli alla settimana da Roma a Lisbona e altrettanti da Milano. L’offerta aumenterà regolarmente in base all’evoluzione. Dal 1° giugno la compagnia inizia a operare da Venezia e Napoli, invece dal 1 luglio da Bologna e Firenze.

Il code share con Emirates è in via di estensione: Il nuovo accordo vedrà i clienti di entrambe le compagnie aeree beneficiare di collegamenti senza soluzione di continuità verso numerosi nuove destinazioni delle Americhe, Nord Africa e Asia orientale.

E’ ancora valida l’assicurazione Covid19 che copre spese mediche e assitenza in caso di ricovero.

Intermodalità era la parola chiave del piano nazionale dei trasporti italiano nel 2019, con tanto di conferenza di due giorni e tavoli partecipativi tematici.

itabus trasporto passeggeri
Precedente

Nasce Itabus e il trasporto passeggeri su gomma diventa deluxe

Verificare la documentazione sanitaria per viaggiare
Successivo

Verificare la documentazione sanitaria per viaggiare, gli strumenti