AutoEventi

Al Salone di Ginevra il Maserati Levante toglie i veli

Come già anticipato su queste colonne il momento del primo Suv della storia centenaria di Maserati, il Levante, sarebbe arrivato al Salone di Ginevra. E il momento è arrivato, con un grande successo di pubblico e, a leggere e a sentire i commenti nei corridoi del PalExpo, anche di critica.

Il Levante e il perfetto completamento della gamma Maserati e, secondo quanto ci ha detto a noi di MissionFleet il direttore generale Europa della Casa del Tridente Giulio Pastore presente a Ginevra, “si avvia a rappresentare per noi il 50% delle nostre vendite nel 2018, anno in cui puntiamo a vendere ben 70 mila vetture”. Due i modelli del Levante presenti allo stand ginevrino, la S e la variante diesel, a cui si affiancano due Ghibli, la versione S Q4 caratterizzata dalla trazione integrale e la Diesel, con interni Zegna Edition. Allo stand anche l’ammiraglia Quattroporte GTS con motore da 3,8 litri V8 Twin-Turbo da 530 cavalli prodotto da Ferrari e la GranTurismo MC Stradale.

All’unveil dell’auto il ceo Harald Wester ha parlato delle prime consegne del Suv di Casa, che avverrà a partire da metà maggio a “italiani”, ha sottolineato, snocciolando una previsione di 30mila unità vendute nel 2016 , ”ovverotutte quelle che potremo produrre a Mirafiori”. Grandi inolte le potenzialità di vendita  negli Stati Uniti e  in Cina, dove i clienti Maserati sono in maggioranza giovani e amano guidare personalmente l’auto.

Ma torniamo al Levante, nome che, come per molte Maserati del passato, è ispirato a quello di un vento, un vento caldo del Mediterraneo, capace in un istante di trasformarsi da lieve brezza a impetuosa forza della natura. Perché una forza della natura e anche il primo Suv del Tridente con un coefficiente Cx di appena 0,31 Cx e motorizzazioni V6 Twin-Turbo a benzina da 3 litri, con potenze da 350 e 430 cavalli, e Diesel V6 Turbo da 3 litri, con 275 cavalli. Tutte le motorizzazioni sono accoppiate al sistema di trazione integrale intelligente “Q4”,  capace all’occorrenza di trasferire istantaneamente la coppia tra gli assali, al cambio automatico a 8 velocità e dotate di sistema Start&Stop integrato.

Naturalmente tantissimi i contenuti tecnologici presenti, dal sistema Maserati Touch Control con schermo ad alta risoluzione da 8,4” a diversi sistemi di ausilio alla guida.
Il Levante viene prodotto presso l’impianto di Mirafiori a Torino all’interno di un’area dedicata completamente riprogettata e modernizzata con la commercializzazione che inizierà in Europa a partire dalla prossima primavera.

 

Precedente

Al Salone di Ginevra Tesla si scopre e punta decisa alle flotte

Successivo

Fca esce dall'editoria e incassa un "parliamone" da Psa