Bmw Serie 320e Touring ibrida plug in

Bmw Serie 320e Touring ibrida plug in con servizi digitali eDrive Zone

La Bmw Serie 320e Touring è l’ultimo caposaldo, in ordine di tempo, dell’offensiva nelle auto elettrificate da parte del gruppo bavarese. Quest’ultimo prevede un listino che comprenderà 25 veicoli alimentati a batteria entro il 2023.

Ed ecco che l’efficienza energetica si incontra già nei nuovi modelli ibridi plug in entry level della Bmw Serie 3. Infatti, sia la berlina sia la Touring sono dotate di tecnologia Bmw eDrive di quarta generazione.

E il fatto che il costruttore punti sia ai clienti privati sia alle aziende significa che l’auto è molto versatile. A partire dal sistema ibrido plug in della Bmw 320e: un motore a benzina 4 cilindri da 2,0 litri e 163 CV più un motore elettrico con una potenza massima di 113 kWh. Insieme generano una potenza di sistema fino a 204 CV.

I due motori trasmettono la loro coppia motrice alle ruote posteriori attraverso il cambio Steptronic a 8 rapporti. Come se non bastasse, ai 204 CV di potenza si aggiunge una coppia massima del sistema di 350 Nm a tutto vantaggio di accelerazioni e caratteristiche di guida sportive. Sportiva, ma con capacità di carico significativa: 410 litri, che diventano 1.420 abbassando i sedili posteriori.

La Bmw 320e berlina emette tra i 41 e 29 grammi/km di CO2 nel ciclo Wltp, a seconda se emissioni ponderate oppure combinate. Invece, Bmw 320e Touring ibrida plug in tra i 44 e i 32 g/km.

In modalità puramente elettrica, il modello ibrido plug in raggiunge una velocità massima di 140 km/h.

Scopri l’elettrica Bmw iX

La BMW Serie 320e Touring ibrida plug in si ricarica in 2 ore e mezza

Questa ibrida tedesca ha un motore elettrico particolarmente efficiente e con alta capacità di immagazzinare energia. Ciò porta i valori dell’autonomia di marcia a emissioni zero fino a 57 chilometri per la 320e berlina e fino a 54 chilometri per la 320e Touring. Sempre secondo il ciclo di prova Wltp.

Senza contare il recupero dell’energia di frenata, che aggiunge chilometri di percorrenza. Con i due cavi di ricarica di serie, la batteria si ripristina anche a una presa domestica convenzionale, oltre a una wallbox e alle stazioni di ricarica pubbliche.

La batteria ad alto voltaggio può essere caricata caricata con un massimo di 3,7 kW da zero all’80% in 2 ore e mezza e da zero al 100% in 3 ore e mezza.

Il serbatoio del carburante è invece di 40 litri.

Modalità elettrica che si attiva in automatico entrando in “eDrive Zone”

Dopo l’autonomia elettrica ecco i servizi digitali, con funzionalità che permettono a chi è al volante di ricevere informazioni sull’auto. Alcuni di questi sono progettati proprio per la mobilità elettrica.

Con i servizi digitali Bmw eDrive Zone, realizzati su misura per i modelli ibridi plug in, appena il veicolo entra in un’area centrale della città riconosciuta come eDrive Zone dalla funzione geofencing via Gps, il sistema di controllo della propulsione ibrida plug in attiva automaticamente la modalità di guida elettrica.

Il servizio può già essere utilizzato in più di 80 città europee, tra cui Milano, Roma e Torino.

Visita la sezione auto ibride plug in di Bmw.it