Crisi chip auto

Crisi chip, l’allerta di ANIASA: mancano le auto a noleggio

La crisi dei chip sta mettendo in forte difficoltà il settore dell’auto. Infatti, le consegne di nuovo prodotto subiscono importanti ritardi che possono superare anche l’anno di attesa. Lo shortage dei semiconduttori non è da imputare alle Case produttrici bensì alla mancanza di materie prime per la produzione delle centraline.

Un inevitabile effetto domino che sta investendo anche il settore dell’auto a noleggio tanto da portare Aniasa, l’associazione dell’autonoleggio e del car sharing, a lanciare un preoccupante grido di allarme.

Ovviamente i ritardi di consegna delle auto nuove non riguardano solo il mercato dei privati, ma impattano anche sulle flotte aziendali.

[Approfondisci con l’Outlook di Alix Partners nell’automotive]

Crisi chip: mancano le auto a noleggio e le vacanze sono a rischio

Secondo Aniasa, le case automobilistiche hanno consegnato troppo poche auto e l’avvicinarsi della stagione turistica, unita alla crescente richiesta dei noleggiatori, farà emergere questa criticità già con il prossimo weekend pasquale.

Le situazioni più difficili potrebbero sorgere durante il periodo estivo soprattutto nelle isole italiane di maggior affluenza, come Sardegna e Sicilia, quando la maggior parte degli utenti si sposteranno in aereo verso queste destinazioni.

La medesima criticità si presentata nell’estate 2021.

Aniasa crisi chip

Auto a noleggio 2022: prenotare in anticipo

Data la crisi dei chip in corso, l’associazione che in Confindustria rappresenta i servizi di mobilità invita gli utenti ad effettuare la prenotazione del veicolo con ampio anticipo.

Soprattutto per gli utilizzatori di piattaforme di booking online.

Infatti, complice il venir meno dello stato di emergenza (31 marzo), sembra siano già molti gli italiani che stanno pianificando le vacanze.

Il che potrebbe essere una boccata d’ossigeno per gli operatori del settore duramente colpito durante la pandemia. Purtroppo dovranno fare i conti con una flotta molto meno numerosa ed il rischio di non riuscire ad accontentare tutte le richieste per mancanza di auto a noleggio.

In risposta alla crisi dei chip che colpisce il settore dell’auto, gli operatori stanno tenendo in flotta per più tempo le vetture.

Queste ultime normalmente in media rimangono da 8 a 10 mesi.

Un’alternativa, che spaventa il comparto, potrebbe essere quella di aprire il mercato del noleggio a breve termine ai costruttori cinesi.

[Approfondisci sulla mobilità a noleggio dall’ultima conferenza di Aniasa cui abbiamo preso parte]

Advertisement

Lascia un commento

*