AutoGreen

Fiat Ducato elettrico, in vendita da 42.700 euro o in noleggio lungo termine

Fiat Ducato elettrico arriva “on the road” a 40 anni dalla prima commercializzazione della versione a gasolio. Fiat Professional ha lanciato il veicolo commerciale con una presentazione online, insieme ai manager di Stellantis e Dhl, azienda che già oggi impiega una flotta di Ducato.

Questo veicolo industriale, come sottolineato da Eric Laforge, head of Lcv enlarged Europe di Stellantis, «si è affermato come uno dei leader di mercato. Con una progressione continua, culminata con la posizione di best seller tra i veicoli commerciali – tutti i segmenti inclusi – raggiunta nel 2020».

Un risultato che si affianca al ruolo ovunque riconosciuto di miglior veicolo di base per la trasformazione in camper. Nonché il più venduto nel segmento per il 6° anno consecutivo.

«Per E-Ducato si è partiti dall’idea di realizzare non solo un veicolo “green”, ma una soluzione di mobilità caratterizzata da versatilità, affidabilità, efficienza e sostenibilità. Sia a livello ambientale che economico», ha aggiunto il manager francese. «Con le sue 400 configurazioni risponderà alle esigenze di tutti gli operatori professionali, dalle flotte per il trasporto merci alle imprese edili, dagli artigiani ai fornitori di servizi municipali».

Fiat Ducato elettrico: capacità di carico fino a 17 metri cubi e 2 t

Le batterie del Fiat Ducato elettrico (o E-Ducato) sono state sistemate sotto al pavimento.

Questo ha lasciato intatta la capacità di carico, che va da 10 a 17 metri cubi di volume e quasi 2 tonnellate di peso. Altro vantaggio è l’ottimale distribuzione dei pesi e l’abbassamento del centro di gravità, a tutto vantaggio della tenuta di strada.

Invariate, rispetto alle versioni con motore diesel, le prestazioni: coppia massima di 280 NM che erogano fino a 122 CV e danno un’accelerazione da 0 a 50km/h in 5 secondi. Sono 4 i modi di ricarica, di cui 3 disponibili al lancio. In ogni caso, l’autonomia massima con le batterie più capienti (ce ne sono di 2 tipi) è di 280 km in ciclo Wltp e fino a 370 km in ciclo urbano.

Secondo quanto comunicato, i tempi di attesa per una ricarica equivalente a 100 km di percorrenza non superano la mezz’ora.

A proposito di batterie: va ricordato che hanno una garanzia fino a una durata di 10 anni o 220.000 km.

Fra i punti di forza del Fiat Ducato elettrico c’è la flessibilità.

Una flessibilità nell’assorbimento dell’energia delle batterie, scelta da chi è al volante. La posizione “Normal”, bilancia performance e costi, quella “Eco” risparmia energia mentre quella “Power” conviene in caso di viaggio con carico pesante o di salita impegnativa. Ma non è tutto: E-Ducato ha altre 2 funzionalità per salvaguardare la “peace of mind” del conducente.

– Il “Turtle Mode”, simile alla funzione risparmio batteria di un cellulare, si attiva automaticamente in condizioni di bassa carica. Limita la performance del veicolo garantendo un’estensione della carica dell’8-10%.

– Il “Recovery Mode”, grazie al quale se un modulo batterie non funziona, gli altri continuano a operare garantendo la prosecuzione del lavoro.

Il Tco è in linea con i veicoli diesel

In base ai numeri resi noti da Fiat Professional, E-Ducato ha costi di manutenzione più bassi di circa il 40% rispetto a un veicolo con motore tradizionale. E un total cost of ownership in linea con quello delle versioni diesel ottenuto in 48 mesi, sulla base di un utilizzo di 20.000 km all’anno.

I numeri sono evinti dopo 5 anni di rilevazione dei dati di guida di 4.000 veicoli connessi, in tutte le condizioni di guida, di carico e di temperatura esterna. Un lavoro svolto in collaborazione con vari clienti, al fine di identificare, già in fase preliminare del progetto, soluzioni in base ai bisogni.

Il prezzo di vendita? In caso di rottamazione, in Italia E-Ducato è acquistabile a partire da 42.700 euro + Iva. Incluso nel prezzo il programma Top Care by Mopar che prevede manutenzione ordinaria e garanzia estesa fino a 5 anni o 120.000 chilometri.

La partnership con Dhl

Nel 2016, Stellantis ha iniziato una collaborazione con Dhl.

Come ha spiegato Alberto Nobis, Ceo di Dhl Express Europe. «Crediamo che il futuro della logistica dell’ultimo miglio sia elettrico. Aggiungendo gli E-Ducato alla nostra flotta, faremo il prossimo passo importante per raggiungere il nostro obiettivo di elettrificare la maggior parte della nostra consegna dell’ultimo miglio entro il 2030».

Nello sviluppo di E-Ducato non poteva mancare il contributo di Mopar per mettere a disposizione degli operatori professionali nuovi strumenti per migliorare l’efficienza.

Particolare importanza è stata data a numerose funzioni attivabili “da remoto.

Come My:Fleet Manager. È un servizio di fleet management, incluso per 6 mesi nel prezzo del veicolo. Di che si tratta?

È una piattaforma web, che permette ai fleet manager di tenere sotto controllo in tempo reale le principali variabili per la gestione di ogni unità del parco veicoli. Come chilometraggio, posizione e  aggiornamento della manutenzione o programmi di ricarica.

La presenza della Mopar Connect, di serie su tutti gli E-Ducato, offre poi altri servizi, come l’assistenza in caso di incidente o guasto e la localizzazione del veicolo rubato.

Tramite la mobile app Uconnect Live ci sono funzioni come il my:Car, che permette di controllare da remoto il livello della batteria o la pressione degli pneumatici. Il servizio my:Journey, grazie al quale è possibile visualizzare e gestire tutti gli spostamenti effettuati. O il pacchetto my:eCharge, sviluppato appositamente per E-Ducato, che pianifica la ricarica, trova, utilizza e paga le stazioni di ricarica pubbliche e gestisce la ricarica della propria wallbox connessa.

Fiat Ducato elettrico, servizi per i fleet manager

In collaborazione con il team e-Mobility, Fiat Professional ha sviluppato Pro Fit by E-Ducato.

E’ un simulatore, nato con l’obiettivo di migliorare la conoscenza dei veicoli elettrificati e delle loro modalità di utilizzo. Il tutto parte dal punto di vista dei fleet manager e dei professionisti medio/piccoli che usano l’attuale Ducato termico per le loro attività. Pro Fit è stato pensato e realizzato come un vero simulatore.

Per iniziare a utilizzarlo è sufficiente registrarsi sulla pagina web dedicata e definire la propria attuale flotta di veicoli commerciali termici. Bisogna poi indicare il tipo di mezzo scelto e selezionare per ciascuno la modalità di utilizzo. Attivata la simulazione, Pro Fit suggerisce la composizione ideale della nuova flotta elettrica indicando le configurazioni di E-Ducato più adatte al business dell’utente.

È così possibile scoprire, per esempio, se l’autonomia è sufficiente o a quanto ammonta il risparmio annuo.

Il Fiat Ducato elettrico sarà disponibile con le formule di noleggio a lungo termine Noleggio Chiaro Light e Be Free Pro. La prima consente il noleggio con un set minimo di servizi e con diritto di prelazione sull’acquisto della vettura al termine del periodo di noleggio. Il secondo è la soluzione di mobilità di Leasys pensata per i liberi professionisti: senza anticipo e con canone mensile fisso.

Fca Bank, infine, ha studiato dei finanziamenti ad hoc per le imprese.

Leasys punta alla mobilità sostenibile

Fiat Ducato elettrico

connect fleet di free2move lease
Precedente

Connect Fleet di Free2Move Lease sale a 500mila veicoli connessi

auto connesse e noleggiatori
Successivo

Auto connesse e noleggiatori: Europcar sta con Free2Move