auto su strada innevata

Gomme invernali o catene in auto: obblighi e opzioni per la stagione 2022 / 2023

Partito l’obbligo di avere gomme invernali o catene da neve a bordo, ecco le regole e le possibilità delle calze

Il 15 novembre è scattato l’obbligo di montare le gomme invernali, o avere catene da neve a bordo. Come norma in Italia, soprattutto dove neve e ghiaccio sono più presenti e dove compare la segnaletica che vincola tutti i veicoli a motore (tranne motocicli e i ciclomotori) fino al 15 aprile.

Su MissionFleet e Missionline abbiamo più volte spiegato i benefici di un pneumatico invernale o quattro stagioni, per guidare in condizioni climatiche della stagione fredda.

Obbligo gomme invernali e catene, le deroghe

Tutti gli automobilisti possono montare gomme da neve, invernali, anche un mese prima dell’obbligo: dal 15 ottobre. Come anche fare il successivo cambio gomme, per le estive, fino a un mese dopo il 15 aprile, quindi il 15 maggio.

Tema forte quello delle calze da neve, di cui abbiamo scritto recentemente: solo prossimamente, da fine anno, alcuni tipi di calze da neve saranno permessi come elemento utile, in regola con la legge (occorre quindi verificare prossimamente l’evoluzione dei termini, secondo norma UNI EN 16662-1:2020).

Ricordiamo poi che le autorità locali possono modificare date e luoghi di obbligo dotazioni invernali per l’auto, rendendo più o meno stringente l’obbligo su certe strade.

Multe variabili e punti patente

Quali le sanzioni se non si anno le gomme invernali o le catene da neve a bordo? La multa va da 41 a 168 euro, in città, da 84 fino 335 euro nelle strade di alta percorrenza. Previsto anche il taglio di 3 punti dalla patente, 5 se riscontrata guida pericolosa. In caso di pneumatici non conformi (es. codici velocità e omologazione), le multe sono da 430 a 1.731 euro.

Lascia un commento

*