Flotta auto ABB

Entro il 2030, la flotta auto ABB sarà composta solo da vetture elettriche

Entro il 2030, la flotta di auto aziendali di Abb sarà totalmente composta da veicoli elettrici. La multinazionale raggiungerà questo ambizioso obiettivo di sostenibilità anche incoraggiando i dipendenti a scegliere modelli a emissioni zero.

Più in generale, il 2030 sarà un anno di svolta anche per quanto riguarda la sostenibilità di tutte le sue attività produttive.

Fulcro del passaggio all’elettrificazione è la nuova car policy della filiale italiana.

Dallo scorso aprile, infatti, la sede milanese dell’azienda svizzera ha visto ampliarsi la scelta di auto elettriche messe a disposizione degli assegnatari di veicoli aziendali. Al punto che oggi rappresentano il 50% della lista completa.

Ma sul piatto c’è di più. Il management ha, infatti, deciso di offrire un incentivo a quei dipendenti assegnatari di auto aziendali che decidano di installare una colonnina di ricarica Abb presso la propria abitazione.

A questo si affianca una convenzione aperta a tutti i dipendenti che vogliano scegliere un’auto elettrica.

Leggi il car cost index 2021 di Leaseplan

La flotta auto ABB, 900 auto di cui 170 elettriche

«La nostra strategia di sostenibilità si basa su un impegno concreto che potrà contribuire alla trasformazione della società e dell’industria verso modalità operative efficienti e sostenibili». Così ha dichiarato Emiliano Diotallevi, country HR manager.

Continua: «Il management team di Abb Italia ha fortemente voluto questa policy che sta già dando una svolta concreta alle scelte degli assegnatari di auto. Dall’entrata in vigore, il 60% delle selezioni si è orientato su vetture a emissioni zero che potranno essere ricaricate anche presso le nostre sedi. In queste, infatti, abbiamo installato 46 punti di ricarica: un dato in costante crescita. Troviamo molto incoraggiante l’atteggiamento del nostro personale che sta facendo scelte molto positive per supportare l’obiettivo di sostenibilità».

«L’ambizione è quella di arrivare a un impatto zero delle attività operative. La decisione di approvvigionarci al 100% di elettricità rinnovabile certificata, implementata sin dal 2019, è un grande passo in questa direzione», sottolinea Gianluca Lilli, amministratore delegato di Abb.

Ad aprile 2021, la flotta auto Abb era composta da 900 auto, 170 delle quali già elettriche. Dopo l’entrata in vigore della nuova car policy, il 60% delle nuove auto assegnate è elettrico.

I costi di gestione delle flotte auto col controllo di Geotab e Pirelli

ABB e la ricarica induttiva delle auto elettriche

Abb ha preso parte attivamente alla inaugurazione dell’“Arena Del Futuro”, il circuito costruito da A35 Brebemi dove si testa la ricarica wireless a induzione dinamica delle auto elettriche.

Il progetto, situato lungo la nuova autostrada tra Milano e Brescia, si deve alla collaborazione di partner internazionali, istituzioni pubbliche e Università.

Il circuito è lungo 1.050 metri ed è alimentato con una potenza elettrica di 1 MW.

I primi veicoli alimentati con questo sistema hanno macinato chilometri di test, con risultati più che incoraggianti. Il sistema Dwpt (dynamic wireless power transfer) si sta confermando come il miglior candidato nel dare risposte concrete agli utenti di veicoli a emissioni zero.

L”Arena del Futuro” si sta svolgendo in tre fasi.

La prima ha identificato la miglior tecnologia legata all’elettrificazione stradale. La seconda è stata pianificata per lo sviluppo fisico del circuito. La terza, attualmente in corso, riguarda la verifica delle prestazioni sulle tecnologie adottate.

Una delle 100 invenzioni più importanti del 2021

Grazie al Dwpt, i veicoli elettrici possono ricaricarsi viaggiando su corsie cablate grazie ad un innovativo sistema di spire posizionate sotto l’asfalto.

Una tecnologia adatta a tutti i veicoli dotati di un apposito “ricevente” che trasferisce direttamente l’energia necessaria a far caricare e far viaggiare gli stessi.

Verranno valutati e comparati i possibili grandi vantaggi ambientali e i benefici economici che deriveranno dalla Dwpt e dalla Swpt. Ossia dalla ricarica statica, sperimentata per veicoli fermi o parcheggiati.

Il progetto è stato citato dalla rivista Time come una delle 100 invenzioni più importanti del 2021.

Visita Abb.com

Flotta auto ABB
Il circuito “Arena del Futuro” sull’autostrada Brebemi