AutoGalleryGreen

Ford Mustang Mach-E, il Suv elettrico dallo spirito ribelle

E’ terminata l’attesa per Ford Mustang Mach-E. Sono serviti 55 anni per mettere Mustang davanti ad una svolta. E ora per la prima volta nell’era dell’iconica muscle car americana ci sarà un Suv elettrico pronto ad aprirsi ad pubblico più esigente non solo sul fronte delle prestazioni. Il progetto di Mustang Mach-E arriverà in Italia alla fine del 2020. Ovviamente le prevendite già sono iniziate, e l’auto è andata sold out.

Il 2020 è l’anno in cui i produttori dovranno vendere molte auto elettriche per evitare multe salate a seguito delle restringenti norme sulle emissioni inquinanti. Ford, dunque, potrebbe produrre circa 50.000 Mach-E nel primo anno, di cui una buona parte per l’Europa, auto che come conferma la Casa, è stata sviluppata interamente sulle esigenze e sui desideri dei clienti.

Leggi qui di Ford e del “New Deal” per l’ambiente europeo

Ford Mustang Mach-E, fino a 600 km di autonomia

La Ford Mustang Mach-E sarà disponibile sia a trazione posteriore che integrale, con un autonomia che può raggiungere i 600 km secondo il protocollo WLTP (world harmonised light vehicle test procedure) nella versione con trazione posteriore e batteria extended range. Il Suv sarà disponibile, infatti, con pacco batterie agli ioni di litio in due livelli di potenza: da 75,7 kWh e 288 celle e con 98,8 kWh (e 376 celle) per una capacità maggiorata.

Il sistema di navigazione collegato all’auto identificherà, inoltre, i luoghi di ricarica pubblici aggiornati e spingerà i proprietari a caricare i punti più convenienti su ogni unità. Il tutto per garantire che non debbano essere preoccupati per la portata che hanno.

ford mustang mach-e

Il suv elettrico della Mustang: le performance

Nella Mustang Mach-E a trazione integrale, un nuovo sistema all wheel drive distribuirà la coppia in modo indipendente per singolo asse, secondo la Casa. Obiettivo? Offrire un’accelerazione impressionante e una migliore maneggevolezza rispetto al modello a trazione posteriore.

Ford ha messo a punto questo sistema per garantire  grande trazione su  strada, testando Mustang Mach-E su terreni bagnati e innevati e assicurare il massimo controllo anche in condizioni di bassa aderenza.

Sulla vettura ci saranno tre modalità di guida: Whisper, Engage e Unbridled, ognuna con driving dynamics specifici e arricchiti da un’illuminazione interna e animazioni nel pannello di controllo ad hoc. Non mancherà una versione speciale GT, per raggiungere un’accelerazione da zero a 100 km/h in meno di 5 secondi, con 465 CV e 830 Nm di coppia.

Ford Mustang Mach-E

Tutti i plus per chi viaggia

Oltre al il sistema di comunicazione e intrattenimento SYNC che vanta l’apprendimento automatico per le preferenze  dei conducenti (modalità di aggiornamento over-the-air e schermo da 15.5’’ touch), il design e la progettazione intelligente promettono grande abitabilità e spazio di carico.
Un esempio è sotto il cofano dove un vano portaoggetti anteriore con 100 litri di stivaggio completamente drenabile si aggiunge ai 402/1.420 litri del bagagliaio: tutto in completo stile Ford, amante dell’avventura. Ma sorpresa è anche il tetto panoramico a vetro fisso: uno speciale rivestimento mostra una protezione dai raggi ultravioletti per tenere l’abitacolo più fresco in estate e più caldo in inverno.

Non solo. Per salire e accendere Mustang Mach-E usa la  tecnologia Phone as a Key che permette di utilizzare il Bluetooth del proprio smartphone senza mai estrarre dalla tasca l’apparecchio. Nel caso in cui il telefono sia scarico, può essere utilizzato un codice di backup inserendolo sulla tastiera predisposta sul montante centrale, e un codice diverso nel touchscreen centrale per avviare il motore. Insomma, addio chiave!

Cina o no?

Ford vuole trasformare la sua nuova auto elettrica in un prodotto globale.

Mach-e potrà infatti essere un’arma da giocare nelle metropoli e soprattutto nel fiorente mercato cinese sempre più propenso alle performance a batteria. Da Ford si aspettano che gran parte della domanda di questa auto elettrica provenga dal paese asiatico anche se a quanto pare il futuro della versione per la China dipenderà dal corso della guerra commerciale con gli Stati Uniti.

«Dobbiamo determinare se i dazi verranno aumentati – ha affermato James Hackett, Ceo di Ford -. Abbiamo un piano per produrre in Cina se necessario: il Paese ha un chiaro obiettivo verso l’elettrificazione e la Mustang Mach-E avrà un ruolo preponderante in questo”.

Vedi qui l’emozionante video del “Suv con il cuore Mustang”

 

Aston MArtin DBX
Precedente

Aston Martin DBX, il nuovo Suv premium per le flotte aziendali

noleggio a lungo termine, Mercury
Successivo

NLT, per Mercury la sfida è nell’accuratezza