La quarta generazione della Kia Sorento accoglie la tecnologia ibrida

Dopo il teaser di febbraio ecco la quarta generazione della Kia Sorento. Linee più decise, dettagli high tech e proporzioni equilibrate le sue caratteristiche più evidenti. All’interno 3 file di sedili, nuovo design e tecnologie di infotainment all’avanguardia.

E sotto il cofano, addio al diesel e benvenuto all’ibrido. Tutto questo mentre nella sede italiana avviene una importante riorganizazione aziendale.

Andando con ordine, si vede anche il grande passo in avanti in tema di sicurezza con il blind spot view monitor,  che elimina i punti ciechi sia durante la marcia sia durante le manovre. Basato su un quadro strumenti da 12,3 pollici, con immagini in Hd che prendono brevemente il posto del tachimetro, pur mostrando sempre al guidatore la velocità.

«L’evoluzione del Sorento negli ultimi 18 anni fa eco a quella del marchio Kia nel suo insieme», ha detto Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Motors Company Italy. «Ciò che è stato lanciato nel 2002 come funzionale veicolo fuoristrada, oggi, con la quarta generazione, è stato trasformato in qualcosa di diverso: un Suv di alta gamma che esprime al massimo le potenzialità qualitative e stilistiche del marchio. Per Kia, questo lancio è molto importante perché rappresenta l’introduzione della tecnologia ibrida nella gamma del nostro Suv di punta».

Quarta generazione della Kia Sorento: vai con l’ibrido

La quarta generazione della Kia Sorento è la prima basata sulla nuova piattaforma Suv globale di medie dimensioni. Ma la vera novità sono i motori ibridiSmartstream”, che segnano l’ingresso di unità elettrificate nella gamma Sorento. A tutto vantaggio di una maggior efficienza nei consumi e di prestazioni ben più elevate rispetto ai suoi predecessori.

Il nuovo Suv di Kia sarà disponibile per i futuri modelli sia in variante ibrida che plug in. I motori sono un T-Gdi da 1,6 litri (iniezione diretta di benzina turbocompressa) abbinato a un motore elettrico da 44,2 kW. Gli ingegneri hanno posizionato la batteria sotto il pavimento del passeggero anteriore, con un impatto minimo in termini volume per abitacolo e bagagliaio.

La potenza è di di 230 Cv e 350 Nm di coppia, con un motore che distribuisce la forza motrice grazie a un cambio automatico a 6 marce e tramite un dispositivo elettronico montato sulla trasmissione. Il risultato è l’immediatezza nella risposta all’accelerazione a qualsiasi velocità, con la piena disponibilità di potenza elettrica anche a velocità elevata.

Nuova Kia Sorento, aumentano le dimensioni

La parte anteriore della Sorento ha una nuova griglia che avvolge i fari integrati su ciascun lato. Fari con una nuova luce diurna a Led denominata “tiger eye“. La luci di coda, invece, sono verticali e avvolgono i profili posteriori.

Il restyling della vettura coreana ha portato a un allargamento e un allungamento di 1 cm, per un totale di 190 cm di larghezza e di 481 cm in lunghezza. Di profilo, le proporzioni del Sorento sono state leggermente adattate per farlo sembrare più lungo. Mentre è anche più alto rispetto alla precedente versione: +1 cm.

Fra le novità della quarta generazione della Kia Sorento, il sistema di illuminazione Mood. Si tratta di luci che creano una sensazione da lounge. Un caricabatterie per smartphone wireless è stato inserito alla base della consolle centrale, mentre è disponibile anche un sistema audio surround Bose.

Per quanto riguarda la capacità di carico, arriva fino a 821 litri per i modelli a 7 posti e fino a 910 litri per quelli a 5 passeggeri. Nel 7 posti, con tutti i sedili in posizione, lo spazio del bagagliaio è aumentato del 32% rispetto al precedente.

Aiutati dal passo più lungo, i sedili della seconda fila scivolano di ulteriori a 45 mm, creando un punto di accesso più ampio alla terza fila.

Altra novità importante introdotta con la quarta generazione della Kia Sorento è il dispositivo all terrain. Abbinato al sistema di trazione integrale, rende l’auto ancora più efficace in situazioni estreme, come in caso di fango, neve o sabbia. Con modalità selezionabili dalla consolle centrale, il Terrain mode interviene sul sistema elettronico di stabilità e sulla ripartizione della coppia su tutte e 4 le ruote.

Kia Sorrento, integrazione con gli smartphone

Il sistema audio standard da 8 pollici consente ai conducenti di collegare i loro smartphone in modalità wireless. C’è poi l’innovativo sistema telematico Uvo connect di Kia, collegando i conducenti fornendo informazioni preziose tramite touchscreen in auto e tramite smartphone. Uvo connect consente inoltre ai conducenti di inviare le indicazioni stradali alla propria auto prima di un viaggio e di controllare la posizione del veicolo.

Infotainment: il sistema di Sorento prevede la possibilità di collegamento Bluetooth per 2 smartphone nello stesso momento. E consentendo l’utilizzo di telefoni separati per funzioni come telefonate e musica. Le prese Usb sono in tutte le 3 file di sedili.

Sorento è anche disponibile con head up display che proietta le informazioni di guida sulla base del parabrezza nella visuale del conducente.

In tema di Adas, la quarta generazione della Kia Sorento include la tecnologia forward collision avoidance assist con rilevamento di pedoni, ciclisti e veicoli. Questo sistema rileva anche il traffico in arrivo quando si svolta in corrispondenza di un incrocio. Ed è la punta di diamante per chi è al volante, in caso di superamento dei limiti di velocità o delle righe che separano le corsie.

Le vendite europee sono già iniziate. Nella maggior parte dei mercati sarà possibile procedere agli ordini entro la fine dell’anno. Sorento sarà venduto con la garanzia di 7 anni o 150.000 chilometri. Sorento rappresenta un pilastro con oltre tre milioni di unità vendute in tutto il mondo, da quando è stato lanciato nel 2002.

Il nuovo organigramma di Kia Italia

Kia Motors Company Italy ha effettuato una riorganizzazione interna con l’obiettivo di preparare l’azienda al prossimo futuro. Nicola Marsala ha assunto il ruolo di sales and product director, Alfonso Tallarico ricoprirà invece la carica di aftersales & mobility Solutions director, mentre Giorgio Speziali sarà il nuovo direttore dealer network development.

Nel marketing, Giuseppe Mazzara, già marketing communication and Pr, assumerà anche le funzioni di customer relationship manager. Nel team delle relazioni pubbliche, facente sempre parte della divisione marketing, Francesco Cremonesi ricoprirà il ruolo Pr assistant manager, al quale riporterà Cristina Nichifor in veste di Pr.

Nicola Marsala, Alfonso Tallarico, Giorgio Speziali e Giuseppe Mazzara continueranno a riportare a Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Motors Company Italy.

Torna That's Mobility
Precedente

Torna That’s Mobility per far luce su lockdown e inquinamento

sprinter di Mercedes
Successivo

Sprinter di Mercedes diventa elettrico