AutoGalleryGreen

Al via gli ordini della ID.3, la nuova auto elettrica Volkswagen

Sono partiti gli ordini della ID.3, nuova auto elettrica Volkswagen progettata ex novo e primo modello basato sulla piattaforma modulare Meb. Il prezzo di partenza è di 37.350 euro.

Con questa vettura, il costruttore tedesco apre un nuovo capitolo nella storia della mobilità, che diventa elettrica e sostenibile. Anche grazie al Cx di 0,27, che contribuisce all’aumento dell’autonomia con un’areodinamicità “importante”.

Ecco le caratteristiche: la batteria è grande e la trazione è posteriore. In fase di decelerazione, l’auto recupera energia e la immette in tale batteria. Anche gli interni sono rivoluzionari. La nuova auto elettrica Volkswagen ha sbalzi corti e un passo molto lungo, tipico dei nuovi modelli ID. Il risultato? Un abitacolo grande e arioso, dove la gestione dei comandi avviene quasi del tutto tramite il volante multifunzione, touchscreen centrale da 10 pollici o comando vocale intelligente.

A proposito di “intelligenza”: il computer dell’auto riceve direttamente gli aggiornamenti e, in futuro, gli upgrade funzionali, tramite la rete di telefonia mobile. I servizi di We Connect Start, infatti, collegano l’auto allo smartphone del proprietario, che controlla ricarica e climatizzazione, riceve informazioni sul traffico e servizi di streaming. Sempre tramite il telefono.

La ID.3 si presenta in due varianti, che si distinguono per la batteria.

La Pro Performance, con autonomia fino a 426 km e potenza di 204 CV. A seguire una variante da 146 CV. E la Pro S, con autonomia massima di 549 km e potenza anch’essa di 204 CV. Questa accumula in 30 minuti la corrente necessaria a coprire 350 km. Per quanto riguarda l’allestimento sono 7 le possibilità, configurabili sul sito web Volkswagen.

La piattaforma della nuova auto elettrica Volkswagen è il pilastro tecnico della strategia a “emissioni zero” della casa di Wolfsburg. Infatti, sarà la base per i futuri modelli con questo tipo di alimentazione.

La ID.3 è il nuovo, importante passo in avanti di VW verso l’offensiva elettrica.

Nei prossimi 4 anni, il gruppo investirà circa 33 miliardi di euro, di cui 11 solo per il marchio VW. Entro il 2029 prevede di lanciare sul mercato fino a 75 veicoli al 100% elettrici e di vendere circa 26 milioni di unità.

Leggi di più sulla “mission green” del gruppo

Altre caratteristiche della nuova auto Volkswagen

Questa auto elettrica compatta ha un passo di 2.765 millimetri, quasi come la Passat. E un frontale senza calandra, con il logo Volkswagen che si trova al centro. La casa di Wolfsburg torna così alle origini: «Siamo un marchio nato senza calandra» ha detto Klaus Zyciora, responsabile design del Gruppo Volkswagen.

Riguardo il frontale, la caratteristica più evidente sono i grandi fari che vogliono ricordare uno sguardo umano. Con tecnologia Led di serie. Una curiosità: prima di avviarla, i moduli luminosi si girano e accolgono il guidatore dando origine a una sorta dimessaggio di benvenuto. Nelle fasi di apertura e chiusura, le luci posteriori (anch’esse a Led) sfoggiano animazioni luminose dinamiche.

I colori disponibili sono 6: bianco ghiaccio metallizzato, turchese Makena metallizzato, grigio manganese metallizzato, Moon stone gray, Moon silver metallizzato e Stone washed blue metallizzato. Il bagagliaio è da 385 litri e, ripiegando lo schienale del sedile posteriore frazionato, il volume aumenta a 1.267 litri (carico fino al tetto).

La ID.3 Pro S è omologata per 4 persone, tutte le altre varianti sono a 5 posti.

Gli interni della ID.3 sono per tutti i gusti. E nonostante le richieste possano essere svariate, VW ha già raggruppato le principali opzioni nei modelli di lancio. Questo permetterà di velocizzare la produzione e, quindi, le consegne sia della ID.3 Pro Performance sia della Pro S.

Guarda il video in cui VW spiega come sarà il futuro sostenibile con la Passat GTE

Nuova auto elettrica Volkswagen

La ID.3, l’airbag centrale e le luci interne che avvertono

Per la sicurezza passiva, la ID.3  ha un sistema di chiamata d’emergenza e un airbag centrale: in caso di urto laterale, può evitare che il guidatore e il passeggero si scontrino. Sempre all’interno, una banda di luce alla base del parabrezza comunica in modo intuitivo con il guidatore: dopo l’ingresso a bordo, il sistema segnala che l’auto è pronta a partire. Se l’auto deve svoltare per seguire il percorso del navigatore, la luce si sposta all’estremità sinistra o destra della banda. Se il guidatore deve frenare a causa di una situazione critica, l’ID. Light lo avverte con una luce rossa intensa.

Da notare che la plancia della ID.3 non ha tasti e interruttori fisici.

Tutto si basa su un display con diagonale da 5,3 pollici, che controlla con superfici sensibili al tatto agendo dal volante multifunzione di serie. Al centro del cruscotto,  si trova il display centrale touch, con uno schermo da 10 pollici grande come un tablet. Il driver lo usa per gestire tutte le funzioni della telefonia, della navigazione, dell’intrattenimento, dei sistemi di assistenza e della configurazione del veicolo.

Nuova auto elettrica Volkswagen, comandi vocali e Adas

Comandi vocali? Certamente.

La breve frase “Ciao ID., ho freddo” è sufficiente per alzare il riscaldamento, mentre “Ciao ID., metti Radio Xyz” fa cambiare stazione. C’è poi l’head  up display a realtà aumentata. Proietta sul parabrezza informazioni importanti, incluse le frecce di svolta del navigatore. Agli occhi di chi guida appaiono tridimensionali.

Sistemi di assistenza IQ.Drive: nella versione con allestimento completa abbiamo un radar anteriore, una telecamera anteriore, due radar posteriori e otto sensori a ultrasuoni monitorano l’ambiente intorno alla nuova auto elettrica Volkswagen.

Insieme alla ID.3, la Volkswagen lancia We Charge, il pacchetto per la ricarica basato sull’app We Connect ID. Si può ricaricare da casa con la wallbox ID. Charger, nei punti di ricarica pubblici (oltre 10.000 in Italia) con il cavo standard Mode 3 oppure in autostrada con un sistema di ricarica combinata con cui si può anche caricare a corrente continua.

Attraverso l’azienda Ionity, Volkswagen partecipa allo sviluppo di una rete di ricarica rapida sulle autostrade europee.

È prevista la realizzazione di 400 stazioni, di cui 20 in Italia. Entro il 2025, il Gruppo e i suoi concessionari installeranno in Europa circa 35.000 punti, molti dei quali saranno pubblici. A questo si aggiungono le stazioni di ricarica rapida mobili e flessibili di Volkswagen Group Components, che possono essere installate ovunque vi sia un’esigenza a breve termine. Come in occasione di grandi eventi.

Scopri la strategia elettrica di VW

Nuova auto elettrica Volkswagen

 

mercato auto luglio 2020
Precedente

Il mercato auto a luglio 2020: dati e forecast annuale

Ecoincentivi Audi 2020
Successivo

Ecoincentivi Audi 2020 fino a 6.500 euro con il Decreto Rilancio