AutoGreen

Peugeot 508 PSE: la plug in hybrid più potente del Leone guarda alle flotte

Peugeot alza l’asticella con un sub-brand fatto di auto ad alte prestazioni e motori a batteria, all’insegna di una nuova sensibilità per i consumi, che non dispiacerà ai parchi auto aziendali. Nascono Peugeot Sport Engineered e il primo modello di questa divisione: la 508 Pse, la vettura di serie più potente mai creata dal marchio, che in versione station wagon e fastback si dice pronta a sedurre la prima linea di management. Grazie al distintivo tocco del reparto corse della casa automobilistica francese.

Sotto il cofano 360 cavalli a trazione integrale

In versione berlina o station wagon e solo a trazione integrale, l’auto dispone di 3 motori.

Abbiamo un turbo a benzina 1.6 da 200 CV, che invia la potenza alle ruote anteriori, e due motori elettrici. Uno da 110 CV, disposto anteriormente e integrato al cambio automatico a 8 marce, e un altro da 113 CV al posteriore.

La tecnologia permette a chi è al volante di avere 5 diverse modalità di guida (Comfort, Sport, 4wd, Electric e Hybrid) con a disposizione sempre, almeno, 330 CV.

Peugeot 508 PSE percorre 42 km in elettrico

La combinazione di sportività e tecnologia rende questa versione dell’ammiraglia della casa del Leone estremamente efficiente: omologata secondo il protocollo Wltp emette solo 46 grammi di CO2/km. In modalità di guida ibrida, tra termico ed elettrico, punta a soddisfare il guidatore e nel contempo ad usare la batteria per minimizzare i consumi, che possono arrivare anche fino a 50 km/l.

La batteria è da 11,8 kWh e in puro elettrico permette una percorrenza di 42 chilometri ad una velocità di 140 km/h.

In Sport, invece, Peugeot 508 Pse mette a disposizione tutta la cavalleria sotto il cofano unendo termico ed elettrico: 360 CV e 520 NM di coppia massima, per uno 0-100 in 5,2 secondi. Numeri di tutto rispetto, considerata la massa di 1.875 kg in versione station wagon.

La ricarica in due ore dalla colonnina

Il vantaggio per chi fa parecchi chilometri è che la batteria non si scarica mai.

Il motore 1.6 turbo è in grado di “alimentarla” costantemente grazie all’energia rigenerativa prodotta in frenata, permettendo così di avere sempre a disposizione una scorta. Per fare il pieno, se non si ha accesso ad un’infrastruttura, il guidatore può premere il tasto E-save con cui entra in funzione il solo motore a benzina, incentivando l’incremento della batteria senza alcun consumo di questa.

Più efficiente dal punto di vista ecologico, ovviamente, la ricarica con la spina: ci vogliono due ore da una wallbox o dalla colonnina da 7,4 kW. Sette ore da un’infrastruttura da 1,8 kW.

Gli Adas dell’ammiraglia 508

Il modello plug in ha il medesimo bagagliaio della classica 508, essendo una vettura concepita sin dall’inizio per un’evoluzione green.

L’auto è dotata di tutti gli aiuti alla guida presenti già sulla ammiraglia: dal Night vision al Cruise control adattivo con funzione Stop & Go, al Lane positioning assist per mantenerlac perfettamente all’interno della propria corsia, continuando poi con la frenata automatica di emergenza.

L’i-Cockpit viene esaltato grazie ad un volante compatto dotato di tre artigli di colore giallo fluo.

I sedili adottano una conformazione in grado di contenere il corpo anche nella guida più impegnata, con un elevato livello di comfort. La selleria è specifica ed è un mix sportivo di cuoio, tessuto a trama 3D ed Alcantara. L’abitacolo è caratterizzato da doppie impunture grigio tramontana e ancora giallo Kryptonite. Il sistema audio Hi-fi Focal, infine, è presente di serie.

Fascino sportivo

Esternamente, per la prima volta, il modello è stato rivisto con fascioni anteriori e posteriori con profili aerodinamici.

Ma i dettagli che la distinguono dall’ammiraglia tradizionale sono diversi altri: le ruote con diametro di 20”, le pinze dei freni di colore giallo, l’assetto ribassato. E ancora, una carreggiata maggiorata di 2,4 cm all’avantreno e di 1,2 cm al retrotreno. Obiettivo? Essere una vettura in grado di farsi notare anche a motore spento.

Il prezzo di Peugeot 508 PSE

Il prezzo è di 69.450 euro con carrozzeria fastback e di 70.650 euro per la station wagon. Già ordinabile dagli inizi di marzo, in consegna in maggio.

Per il lancio, la Casa ha individuato venti concessionarie speciali che si sono distinte per l’elevata customer satisfaction. Esse che occupano una posizione strategica nella penisola. Diventano, dunque, Expertise center e disporranno di un corner dedicato al nuovo mondo Pse, con un modello da dimostrazione.

Per le flotte è disponibile con un anticipo di 7.860 euro e 589 euro mensili più Iva, con le offerte del lungo termine di Free2Move Lease. Lo stesso canone vale sia per la berlina che la wagon per 36 mesi e 45.000 km di percorrenza. Nel pacchetto sono inclusi una wallbox, un contratto con servizio di manutenzione “Service premium” (fast line, pick up & delivery) e il “welcome kit” nel mondo Pse.

GUARDA LA GALLERY FOTOGRAFICA DI PEUGEOT 508 PSE

Precedente

Espansione di Vetrocar: sempre più numerosi i centri di proprietà

Citroen C4 amplia
Successivo

Citroen C4 amplia le motorizzazioni e lancia l'app di ricarica per l'elettrica