spagna gigafactory volkswagen

In Spagna la terza gigafactory del Gruppo Volkswagen per 10 miliardi

Il Gruppo Volkswagen, Seat e il governo spagnolo sono pronti a trasformare la Spagna in un hub europeo della mobilità elettrica. È stata, infatti, annunciata a Sagunto la costruzione della prima gigafactory di batterie (primo trimestre del 2023) del gruppo tedesco. Sarà il più grande investimento industriale nella storia del Paese e porterà alla creazione di oltre 3.000 posti di lavoro.

«L’investimento di 10 miliardi di euro elettrificherà la Spagna, creando una gigafactory di batterie a Sagunto», ha spiegato Herbert Diess, Ceo del Gruppo Volkswagen.

Continua: «Ciò consentirà la produzione di veicoli elettrici negli stabilimenti di Martorell e Pamplona, costruendo un ecosistema completo di fornitori. E’ il più grande investimento industriale mai realizzato in Spagna»

In Spagna la terza gigafactory del Gruppo Volkswagen

La costruzione di questo impianto di batterie è uno dei pilastri di Future: Fast Forward, un programma che coinvolge 62 aziende nazionali, internazionali e di riferimento di diversi settori. Un progetto soggetto all’approvazione del Perte Vec, la sezione del recovery plan dedicata alla mobilità elettrica in senso al piano di trasformazione economica (il nostro Pnrr) del ministero dell’Industria e del Turismo spagnolo. “Perte” sta per “Proyectos estratégicos para la rcuperación y transformación económica” mentre “Vec” significa “Vehículo eléctrico y conectado”.

«I fondi governativi sono essenziali se vogliamo trasformare in realtà la nostra ambizione di trasformare la Spagna in un hub europeo per i veicoli elettrici», ha aggiunto Thomas Schmall, membro del Consiglio di amministrazione del Gruppo Volkswagen.

Il primo traguardo, dunque, sarà il riscontro positivo della proposta presentata e il completamento dei permessi.

Poi lo stabilimento, che si svilupperà su una superficie di 200 ettari, verrà avviato alla produzione nel 2026 diventanto a tutti gli effetti la terza delle sei gigafactory che il Gruppo prevede di costruire in Europa.

Un esempio di economia circolare, considerando la sostenibilità e il circuito chiuso della catena del valore.

L’elettricità per alimentare la struttura sarà infatti al 100% da energia rinnovabile, con un approccio locale e il riutilizzo delle materie prime. L’obiettivo annuale, rispetto alla capacità produttiva, sarà di 40 GWh per il volume totale delle celle a Martorell e Pamplona.

Un impianto fotovoltaico creerà l’energia

L’energia verde fornita alla gigafactory sarà erogata da un impianto fotovoltaico.

Per realizzarlo, il Gruppo Volkswagen ha siglato un accordo con il Gruppo Iberdrola. I pannelli solari copriranno una superficie di 250 ettari e saranno situati a meno di 10 chilometri dalla fabbrica di batterie. Fornendo, in una prima fase, il 20% dell’elettricità necessaria.