Verizon Connect Italy

Verizon Connect Italy guarda al futuro e sostiene la ricerca

Sono due le ricercatrici italiane cui Verizon Connect Italy ha dato sostegno e patrocinio per partecipare a ODS 2022, evento organizzato a Firenze dall’Airo (Associazione Italiana della Ricerca Operativa). La conferenza, tenutasi a inizio settembre, è rivolta ai ricercatori dell’ottimizzazione e della risoluzione dei problemi nel campo decisionale aziendale.

Temi che vedono Verizon Connect in prima fila.

Ed è proprio la sede italiana dell’azienda che crea piattaforme per la gestione delle flotte auto ad aver sostenuto la partecipazione delle ricercatrici. Una, Marta Tessitore, originaria di Sperlonga e PhD student presso l’università di Roma Tre. L’altra, Marta Lazzaretti, genovese e PhD student all’università di Genova e l’Université Côte d’Azur.

«Entrambe hanno vinto una gara promossa da Verizon Connect», spiega Francesco Sambo, chief scientist della società. «La nostra azienda è da sempre molto attenta all’innovazione, in modo da lanciare strumenti che le imprese possono utilizzare per gestire le loro flotte di veicoli».

«La telematica di Verizon Connect – spiega il manager – è uno strumento imprescindibile per i fleet manager, che possono risparmiare sulle spese carburante dei propri veicoli. Strumenti che risultano fondamentali anche per avvicinare il momento del Roi, come mostra una nostra ricerca»

Veirzon Connect Italy: gli obiettivi

Francesco Sambo

Qual è l’obiettivo di Verizon Connect Italy nel sostenere le ricercatrici italiane? «Puntiamo a entrare in contatto con i migliori cervelli e contribuire allo sviluppo della nostra azienda. Così facendo, siamo anche accanto alle aziende nel percorso verso l’automazione, la connessione e la gestione delle auto».

ODS 2022, organizzato da Airo in collaborazione il dipartimento Information engineering dell’Università degli Studi di Firenze, è un momento chiave nell’attività di sviluppo.

«Proprio a Firenze – continua – abbiamo creato un hub di ricerca. Qui, attraverso l’impiego su larga scala di tecnologie emergenti, continiamo a migliorare le soluzioni per gestire le flotte auto. E con l’università, da 5 anni abbiamo una collaborazione scientifica che apre le nostre porte agli studenti, che possono vedere da vicino la nostra innovazione».

La “full immersion” delle 2 ricercatrici nel mondo dell’innovazione «ha arricchito la nostra professionalità e ci ha fatto avvicinare al mondo aziendale. Nel campo della ricerca e dell’innovazione Verizon Connect e ODS 2022 sono all’avanguardia»

Per essere ammesse a partecipare all’evento (per saperne di più, visitare Airoconference.it) e ricevere il patrocinio di Verizon Connect bisognava rispondere ad alcuni requisiti.

Primo: essere di genere femminile e sotto i 30 anni. Secondo: frequentare un master o un PhD. Terzo: sottoporre un abstract con una autopresentazione.

Un comitato scientifico ha valutato e approvato le candidature. Tale comitato era composto dai membri del comitato organizzativo di ODS 2022 e da Francesco Sambo.