AutoGreenSguardo sul futuro

Volvo Car Italia chiude il 2020 con la miglior quota di mercato in 25 anni

La pandemia da Covid19 non ferma Volvo Car Italia, che ha chiuso il 2020 con la miglior quota di mercato (1,3%) degli ultimi 25 anni e 18.151 immatricolazioni. La casa svedese ha  fatto ancora meglio nel segmento premium: rispetto al 2019 è passata dal 10,4% al 12,4% del 2020.

Del resto la crescita della quota di mercato non è una novità per Volvo Car Italia. Pandemia o meno. I dati resi noti dall’azienda mostrano, infatti, una progressione costante negli ultimi 4 esercizi.

In calo del 17%, invece, le vendite complessive, ma sempre meglio del mercato generale. Che nella Penisola ha chiuso con un -28% nelle immatricolazioni 2020. Considerando solo il segmento di riferimento (premium), per Volvo Car Italia la perdita è del 3% contro un -19% a livello generale di tutte le marche.

A trainare le vendite è stata la XC60, seguita dal Suv compatto XC40, con oltre 9.700 unità immatricolate. Senza dimenticare le ibride plug in e le full electric, con la XC40 Recharge ormai ordinabile dai clienti, che hanno costituito oltre il 40% del totale delle vendite. In questo caso, addirittura, il dato è in crescita rispetto al 2019, quando la quota queste motorizzazioni erano solo il 7,5%.

A livello mondiale, la XC60 è stata la Volvo più venduta, con un totale di 191.696 unità (2019: 204.965 unità). È seguita dalla XC40, con 185.406 esemplari (2019: 139.847) e dalla XC90 con 92.458 consegne (nel 2019: 100.729).

«Dobbiamo essere doppiamente orgogliosi per i risultati raggiunti», commenta Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia.

«Primo perché li abbiamo ottenuti a dispetto di un anno molto complesso. Secondo perché le scelte fatte e la strada intrapresa in termini di contenuti di prodotto e di tecnologia è quella giusta. Infine, appare evidente che anche in Italia la transizione verso l’elettrificazione è una realtà».

Con Volvo addio all’ansia da ricarica

Boom dei modelli elettrificati Volvo

Se Volvo Car Italia “non piange”, Volvo Car Group sorride. L’azienda fondata in Svezia nel 1927, e da 10 anni controllata dalla cinese Zhejiang Geely Holding, ha registrato i migliori risultati di sempre in termini di vendite. Almeno per quanto riguarda il secondo semestre 2020, grazie alla forte crescita dei suoi modelli elettrificati. I cosiddetti modelli “Recharge”.

Questi ultimi hanno raddoppiato la quota nel giro di un anno. E in Europa, la loro percentuale rispetto al totale di vendite Volvo è stata del 29%, il che fa di Volvo il marchio leader per i modelli ricaricabili in questa area geografica. L’azienda ha affermato la propria leadership nel segmento dei modelli ibridi plug in anche sul mercato Usa.

Del resto gli Stati Uniti, insieme alla Cina, sono i due principali mercati singoli di Volvo Cars. Anche in questo caso le commesse sono aumentate con un andamento altalenante: un primo semestre in calo e il secondo in crescita. Nel 2020, le vendite sono aumentate del 7,5% in Cina rispetto al 2019, per un totale di 166.617 vetture. Negli Usa in tutto 110.129 unità, con +1,8% sul 2019.

In entrambi i mercati, la gran parte dei volumi di vendita realizzati è riconducibile alla forte domanda dei modelli Suv.

Guarda il video “Vision 2020” di Volvo  sulla sicurezza

Vendite online e auto elettriche premium

L’obiettivo a livello mondiale ricalca quello di Volvo Car Italia, come spiega Lex Kerssemakers, responsabile Global commercial operations. «L’obiettivo è di consolidare nel 2021 questo trend positivo attraverso il lancio di nuovi modelli elettrificati e l’espansione del nostro business online».

A livello globale, Volvo Cars ha venduto 661.713 vetture nel 2020, con un calo del 6,2% rispetto al 2019. Sebbene i numeri definitivi per l’intero anno non siano stati ancora confermati, la Casa ha guadagnato quote di mercato in tutte le principali aree geografiche.

L’Europa ha registrato una crescita dei modelli Recharge in numerosi mercati chiave. Ma il mercato è sceso del 15,5% rispetto al 2019. La pandemia ha inoltre accelerato l’espansione delle vendite online, un settore che rivestirà sempre un maggiore interesse nel  corso del 2021.

I dati 2020 non mentono: in un anno, Volvo Cars ha più che raddoppiato il numero di abbonamenti venduti online.

Ma la sfida non termina qui, visto che il gruppo punta a diventare un produttore di vetture elettriche di lusso. Con i nuovi prodotti dei prossimi anni, l’ormai noto obiettivo 2025 è di portare al 50% la quota di EV sul totale delle sue vendite globali, con la restante parte costituita da modelli ibridi.

Dicembre Luglio-dicembre Gennaio-dicembre
2019 2020 Variazione 2019 2020 Variazione 2019 2020 Variazione
Europa 34,224 33,593 -1.8% 166,832 165,512 -0.8% 340,605 287,902 -15.5%
Cina 16,908 18,584 9.9% 87,220 100,876 15.6% 154,961 166,617 7.5%
USA 12,360 14,244 15.2% 58,114 66,874 15.1% 108,234 110,129 1.8%
Altri mercati 10,747 12,295 14.4% 52,460 58,489 11.5% 101,652 97,065 -4.5%
Totale 74,239 78,716 6.0% 364,626 391,751 7.4% 705,452 661,713 -6.2%
mobilità aziendale Toyota
Precedente

La mobilità aziendale firmata Toyota passa (anche) da Kinto Europe

Auto dell'Anno 2021
Successivo

Auto dell'anno 2021: come avviene la scelta delle 7 finaliste