Andrea Obertello alla guida del Four Seasons Milano: i progetti Mice

Andrea Obertello è la nuova direttrice generale del Four Seasons Hotel Milano. Originaria di Buenos Aires, la manager arriva al 5 stelle milanese dopo 14 anni di collaborazione con la compagnia alberghiera in 5 paesi.

Dopo aver conseguito una laurea in Hospitality & Tourism Management al Glion Institute of Higher Education, inizia la sua carriera in Four Seasons Hotels & Resorts in Uruguay nel 2004.

Quindi, dopo un anno trascorso al Four Seasons Hotel Miami, nel 2008 la direttrice argentina entra a far parte del team del Four Seasons Hotel Firenze diventando in breve tempo director of rooms. Successivamente, arriva al Four Seasons di Marrakech come resort manager. A partire dal 2017 ricopre il ruolo di hotel manager del Four Seasons Hotel Doha e viene ampiamente coinvolta nella ristrutturazione della proprietà.

Andrea Obertello, obiettivo Mice

Tra gli obiettivi della nuova direttrice generale c’è la promozione del Mice. “La più grande sfida per noi è suscitare l’interesse per Milano come destinazione per eventi (leggi qui le destinazioni per eventi più richieste del 2019)”.

“Molti mercati stranieri considerano ancora la nostra destinazione come un “hub”, cioè un punto di arrivo/partenza da cui poi spostarsi verso i laghi o le più note città d’arte. Il nostro obiettivo è quindi mettere in risalto, oltre all’accessibilità della destinazione, anche il grande ventaglio di attività che possono essere organizzate nella capitale lombarda. La moda, il design e realtà museali quali l’Accademia di Brera, la Fondazione Prada e il Museo Bagatti Valsecchi sono solo alcuni esempi di luoghi ancora poco conosciuti, ma attrattori per attività culturali e per l’organizzazione di eventi privati, come cocktail e cene di gala. La sinergia con queste realtà è sicuramente un focus per noi, per poter presentare all’estero un’offerta meglio articolata”.

A Milano scopri qui i 5 alberghi per eventi in terrazza.

Four Seasons Hotel Milano

La promozione del Mice si concentrerà sul mercato statunitense, come sottolinea Andrea Obertello.

“Per noi il mercato americano ha ancora un grande potenziale da sviluppare. Il brand Four Seasons, che gode di un grande riconoscimento, ci ha già permesso di entrare con successo negli Stati Uniti. Tuttavia, le sinergie menzionate poc’anzi saranno sempre più il volano per risultati sempre più importanti da questo mercato, così ricettivo e sensibile a storia, cultura e arte del nostro paese. Il mercato inglese, nonostante l’incertezza legata alla Brexit, rimane uno dei bacini più importanti per noi, soprattutto nel settore Finance. In questo caso, il servizio, la location e la versatilità dei nostri spazi meeting sono la soluzione ideale per eventi di alto profilo”.

Nuovi Four Seasons negli USA

Four Seasons Hotels and Resorts continua l’espansione negli Stati Uniti. Nei prossimi 3 anni sono previsti 5 nuovi hotel.

Four Seasons Hotel Philadelphia at Comcast Center

Ad agosto inaugurerà il Philadelphia at Comcast Center. Il nuovo hotel, comprensivo di 219 camere e centro congressi di quasi 1.500 metri quadrati, è situato tra il 48° e il 60° piano del Comcast Technology Center – il decimo edificio più alto degli Stati Uniti – e ha un ristorante firmato dallo chef stellato Jean-Georges Vongerichten.

Nel 2020 apriranno poi il Four Seasons Resort and Residence Napa Valley e la struttura di San Francisco at Embarcadero. Il primo, a 90 chilomteri da San Francisco e Sacramento, disporrà di 85 alloggi; il secondo, nel cuore del distretto finanziario della città della baia, avrà 155 tra camere e suite.

Il 2022 sarà la volta del Four Seasons Hotel and Private Residences Minneapolis in un edificio a 34 piani a pochi isolati dal fiume Mississippi e delll’omologo di Nashville che con i suoi 170 metri di altezza sarà uno degli edifici più alti del Tennessee.

Four Seasons Hotels and Resorts sceglie l’Airbus A321LR

La compagnia alberghiera ha recentemente scelto l’Airbus A321LR come jet privato per i viaggi di lusso intorno al mondo. L’aeromobile entrerà in servizio nel 2021. Si tratta di uno dei velivoli più nuovi della famiglia NEO1 ed è dotato di nuovi motori e dispositivi alari Sharklet, oltre a serbatoi supplementari nella stiva.

Airbus A321LR

Queste caratteristiche conferiscono all’A321LR l’efficienza e l’autonomia per viaggi non stop verso le principali destinazioni turistiche in tutto il mondo, pur mantenendo la capacità di atterrare negli aeroporti più vicini ai centri urbani.

Approfondisci qui sugli aerei a guida autonoma, che vedremo volare nel prossimo decennio.

mice e shopping
Precedente

Mice e shopping, bene ma non benissimo

htms
Successivo

Htms amplia il settore Mice con Boschetto e Visit Brussels