MissiOnewsTrasporti

Vueling basa a Firenze il terzo aeromobile e vola su Monaco

Vueling a Firenze basa il terzo A319 e inaugura il collegamento su Monaco di Baviera. L’aggiunta di un altro aereo nello scalo di Toscana Aeroporti consentirà alla compagnia di incrementare le destinazioni servite da Firenze, portandole a 18. Ecco che la rotta su Monaco sale a 5 voli settimanali, Praga viene servita da 4 voli, Vienna da 7 e Bilbao da due. La compagnia spagnola è presente all’Amerigo Vespucci dal 2012 e potenzierà lo staff sullo scalo nel corso del 2019.

In un impegno mirato all’innovazione, con l’introduzione di applicazioni come il Google assistant, l’aerolinea ha investito 70 milioni di euro in Vueling for you. L’obiettivo del progetto è quello di far diventare la compagnia aerea la migliore low cost d’Europa per customer experience entro il 2023 attraverso servizi di alta qualità e tecnologicamente avanzati.

Un programma per l’innovazione

Per portare avanti questo goal, il vettore appartenente al gruppo Iag ha inaugurato a Barcellona un centro di sviluppo tecnologico chiamato Agile development center (Adc). Qui investirà 30 milioni di euro nei prossimi 5 anni, impiegando uno staff di 200 persone. Questi ultimi vanno ad aggiungersi agli attuali 200 parte del team IT della compagnia. “E’ una struttura che supporta le altre aree dell’azienda secondo una metodologia collaborativa, per realizzare un ambiente di lavoro multifunzionale e promuovere un approccio di open innovation”, spiega una nota. Il programma votato all’innovazione prende il nome di “Vueling Inn/UP”.

“Nel Dna di Vueling la percentuale di portata innovativa è davvero alta. Siamo nati come startup che ha introdotto molti cambiamenti, soprattutto qui a Barcellona , e a distanza di 15 anni vogliamo continuare a essere un punto di riferimento nel nostro settore”, afferma Jorge Saco, chief corporate officer di Vueling e responsabile per le aree di innovazione.

In Spagna, ad esempio, ha lanciato per prima l’app mobile in grado di effettuare la vendita e la fatturazione dei biglietti. Ed è stata pioniera dell’incorporazione delle carte d’imbarco in uno smart watch, così come dell’installazione di prese Usb e di prese di corrente nei sedili dei veivoli.

I tre pilastri di Vueling INN/UP

Guidato dai dipartimenti IT, Data e Innovation Lab, Vueling Inn/Up lavora guardando a diversi orizzonti, sia a breve termine cercando soluzioni reali per il quotidiano, sia nel lungo termine con l’obiettivo di  comprendere e anticipare le tendenze future nel settore dell’aviazione.

vueling a firenze

Sono tre i pilastri sui quali si svilupperà. Il primo, in linea con l’obiettivo generale dell’azienda, è quello di mettere il cliente – e di conseguenza anche le operazioni – al centro di tutte le decisioni. Il secondo è di trasformare la società puramente digitale attraverso metodologie di lavoro “agile”, analisi dei dati e processi decisionali rapidi. Terzo: creare ecosistemi di innovazione aperta nei territori in cui la compagnia opera, al fine di lavorare con altre realtà rilevanti in questo ambito, apprendere e contribuire a trovare idee e soluzioni in grado di sostenere, tra le tante cose, lo sviluppo dell’industria aeronautica o del turismo.

Il piano di rinnovamento della flotta ha permesso di sostituire i sedili con il modello SL350 Slim Seat di Recaro, con uno spazio maggiore tra le file. Inoltre, sono stati installati ingressi Usb a cinque volt e prese di corrente a 220 volt nelle prime quattro file, denominate Space One e Space Plus.

Approfondisci qui su Vueling e il business travel.

voli per gli stati uniti 2020
Precedente

Boston-Roma, il volo di Delta Air Lines al via

best western italia
Successivo

16 nuovi hotel Best Western in Italia nel 2019