AccomodationMissiOnews

B&B Hotels Italia: 50 strutture ‘econochic’ entro il 2020

Espansione in Europa e nel mondo per B&B Hotels, catena alberghiera che conta come azionista principale la società d’investimento PAI  Partners.  Il Gruppo, che conta oltre 400 strutture in 7 Paesi europei e un fatturato di 424 milioni di euro nel 2016 (per scoprire quali clicca qui), ha infatti dichiarato l’intenzione di triplicare nell’arco dei prossimi dieci anni la propria presenza a livello mondiale, arrivando a quota 600 hotel (pari a 50mila camere) e includendo nel proprio portfolio nuovi mercati quali l’Austria,  il Belgio,  l’Olanda, la Bulgaria e il Portogallo. Il tutto grazie alle sue strutture “econochic”, ovvero che puntano a offrire alla clientela (sia business sia leisure)  comfort e servizi di qualità a un prezzo  contenuto.

Aperture in Svizzera, Europa e Brasile per B&B Hotels

Rientra in questo ambizioso piano di crescita la recentissima inaugurazione di due nuove strutture a Zurigo, città scelta per la sua posizione al centro del vecchio Continente e  per l’importanza come capitale economica e finanziaria, in un mercato dove manca un’offerta di ospitalità a prezzi convenienti.

B&B Hotels

Una camera del nuovo albergo di B&B Hotels in Brasile

In più, B&B Hotels ha aperto il suo centesimo albergo in Germania, rispettando il suo programma di aprire nel Paese dieci nuove strutture all’anno. Il nuovo hotel – il più grande della catena – si trova a Berlino nel quartiere centrale di Tiergarten, vicino alla porta di Brandeburgo. Infine, la catena ha fatto per la prima volta il suo ingresso nel mercato sudamericano con un’apertura in BrasileSao Josè dos Campos, terza città dello Stato di San Paolo. Questa operazione ha comportato la ristrutturazione di una struttura esistente al fine di ampliarne la capacità (108 camere). Sempre in Brasile, il Gruppo aprirà due hotel all’anno.

B&B Hotels punta anche sul mercato italiano

Il piano di espansione di B&B Hotels prevede importanti  investimenti  anche  in  Italia, dove il Gruppo ha chiuso il 2016 con un fatturato di 35 milioni di euro (più 6% rispetto al 2015), oltre 600.000 camere vendute e circa 1 milione di presenze.

Nella Penisola è prevista l’inaugurazione  di  3  nuovi  hotel  entro  fine  anno  e  altri  7  entro  il  2018, con un investimento di  almeno 35/40 milioni nel biennio solo per la parte legata all’acquisto e alla ristrutturazione degli immobili. Dai 27  alberghi  attuali  presenti  in  10  regioni,  dal  Friuli  Venezia  Giulia  alla  Campania,  la  catena  punta  a raggiungere il numero di 50 hotel entro il 2020 con un tasso di occupazione del 71% su tutta la penisola. Le prossime aperture saranno a  Milano, Treviso, Modena, Savona e Genova.

B&B Hotels

Uno degli hotel svizzeri di B&B Hotels

B&B Hotels, ospitalità no frills ma con confort

“I nostri hotel propongono una formula semplice, senza fronzoli ma con servizi di fascia superiore curati nei minimi dettagli” commenta Jean Claude Ghiotti, a.d. Italia di B&B Hotels. “Da prima che entrassimo in Italia non esisteva nel panorama del nostro Paese un’offerta di ospitalità a prezzi contenuti e con una grande attenzione alle nuove necessità del viaggiatore moderno. B&B Hotels con il suo concetto innovativo “econochic” ha intercettato un’importante fetta di mercato che ci ha consentito di registrare una crescita costante e continuativa”.

Leggi qui quali sono le nuove tendenze in tema di design alberghiero.

Alitalia, che affina il network
Precedente

Atene, Lussemburgo e Trapani da Linate le novità Bt Alitalia

Studio Zalando
Successivo

Studio Zalando: 4 italiane tra le 10 città più eleganti al mondo