MissiOnewsTech & WebTMCTrasporti

Gds e NDC, nuovi prodotti per le adv da Amadeus e Travelport

I tempi della contrapposizione tra i Gds e NDC sono ormai tramontati: oggi Travelport, Amadeus e Sabre lavorano per fornire alle  proprie agenzie clienti soluzioni che consentono di sfruttare le opportunità derivanti dal nuovo sistema di trasmissione dei dati basato su Xml. Con buona pace di chi, quando la Iata ha annunciato il nuovo protocollo, ha pensato che questa novità avrebbe decretato la fine dei sistemi di distribuzione.

NDC, infatti, promette di eliminare il divario tra i servizi offerti dalle compagnie aeree sui loro canali diretti (siti web compresi) e indiretti (ad esempio, appunto, i Gds). I prodotti saranno visualizzati in maniera completa, ma soprattutto personalizzata, “riconoscendo” il cliente finale, al quale verrà fatta un’offerta mirata sulle sue esigenze (leggi qui quante compagnie aeree hanno già aderito a NDC).

Gds e NDC: Amadeus lancia un nuovo programma

Gianni Pisanello, Vice President del programma NDC-X di Amadeus

Amadeus ha annunciato la creazione di NDC-X, programma che si prefigge di guidare lo sviluppo dello standard NDC affinché possa essere adottato con successo da tutti i player del mercato. L’obiettivo di Amadeus è creare un team di figure aziendali esperte in materia perché si concentrino su casi pratici di utilizzo dello standard, adottando un approccio empirico che consenta di fornire funzionalità all’avanguardia per il mercato.

“Siamo in un momento cruciale per lo sviluppo dello standard e per il processo di adeguamento del mercato”, ha dichiarato Gianni Pisanello, Vice President del programma NDC-X. “Perché lo standard NDC si affermi, è necessario che vengano standardizzate anche le modalità con cui viene implementato. Dobbiamo inoltre assicurarci che risponda alle esigenze degli agenti di viaggio e che porti ritorni economici che giustifichino gli investimenti di tutti gli operatori del settore. Siamo consapevoli che il posizionamento di Amadeus all’interno dell’ecosistema dei viaggi porta con sé la responsabilità di far funzionare e di rendere proficuo NDC per tutti i player del mercato ed è quello che faremo attraverso il nostro programma NDC-X “.

Gds e NDC, nuovi prodotti anche da Travelport

Anche Travelport – che nel 2017 ha ottenuto per prima tra i Gds la più alta certificazione Iata come Aggregatore NDC di Livello 3 – ha lanciato nuovi prodotti che consentiranno alle agenzie di viaggio di combinare contenuti tradizionali e nuovi contenuti NDC attraverso la soluzione Travelport Smartpoint, in un unico flusso di lavoro. In seguito la possibilità di integrare questi contenuti sarà estesa alle ultime soluzioni del Gds, incluso l’API Trip Services di nuova generazione.

Stephen Shurrock, Travelport Chief Commercial Officer, ha commentato: “Continuando a costruire sul nostro status NDC Livello 3, stiamo accrescendo la nostra gamma di prodotti pronti per la nuova era dell’economia mista della distribuzione aerea. Travelport ha una storia ricca di innovazione e, grazie ai prodotti per NDC, e intendiamo mantenere questa caratteristica mentre forniamo la più vasta scelta di contenuti prenotabili ai nostri clienti velocemente, accuratamente e senza interruzioni.”
Travelport già si connette a 24 compagnie aeree tramite API e si aspetta di annunciare la prima di molte partnership con aerolinee abilitate per NDC molto presto.

Gds e NDC, certificazione per Sabre

Intanto anche Sabre ha fatto sapere di essere stato riconosciuto dalla Iata come Aggregatore NDC di Livello 3, a meno di due mesi dall’annuncio del conferimento del Livello 2. Per ottenere questo risultato Sabre ha dimostrato la sua capacità di fornire un’ampia gamma di funzionalità di vendita al dettaglio a numerose tipologie di venditori.

Ma NDC offrirà davvero vantaggi alla filiera? Ecco uno studio che dimostra che le prenotazioni dirette potrebbero costare di più.

Etihad raddoppia su Roma
Precedente

Etihad raddoppia su Roma

Flavio Ghiringhelli
Successivo

Flavio Ghiringhelli nuovo country manager Italia di Emirates