MissiOnewsTMC

Quali sono le preferenze dei viaggiatori d’affari? Lo rivela la nuova indagine di CWT

Le preferenze, abitudini e piccole manie dei viaggiatori d’affari sono al centro di una nuova indagine di CWT. Lo studio rivela che ben due viaggiatori su tre prediligono i posti a sedere con il finestrino rispetto a quelli in corridoio. Questa percentuale sale al 71% nell’area Asia-Pacifico e scende al 59% nelle Americhe, Gli europei si collocano al centro con il 65%.

Indagine di CWT, meglio perdere il volo o smarrire il bagaglio?

Dall’indagine di CWT emerge che una ristretta maggioranza di viaggiatori d’affari preferirebbe perdere il volo piuttosto che i bagagli. I traveller provenienti dalle Americhe mostrano la preferenza più forte (54%). I viaggiatori europei si attestano 52% e quelli dell’Asia Pacifico si collocano a metà tra queste due percentuali.

In Europa il taxi batte il ridesharing

Quando si parla di trasporti terrestri, il 54% dei viaggiatori preferisce ancora i taxi tradizionali rispetto ai servizi di ridesharing, come Lyft o Uber. Ma ci sono forti differenze da un’area geografica all’altra. In Europa, il 69% degli europei preferisce i taxi, quasi esattamente il contrario dei viaggiatori americani, che invece nel 63% dei casi si rivolgono ai servizi di rideshare. I viaggiatori dell’Asia-Pacifico sono più equamente suddivisi, con il 56% che preferisce i taxi.

Il valore della condivisione

Secondo l’indagine di CWT i viaggiatori sono generalmente felici di condividere le loro preferenze di viaggio. Nel mondo nove traveller su dieci (89%) sono “estremamente o “abbastanza” disposti a farlo. Ciò vale sia per i viaggi d’affari che per i viaggi di piacere, il che suggerisce che i viaggiatori fanno poca distinzione tra i due, almeno quando si tratta di condividere informazioni sulle loro preferenze personali. I dati mostrano che, nel complesso, i viaggiatori europei sono meno disposti a condividere i dati: Il 14% degli europei non è “disposto” farlo né tramite app, né con altri business traveller. Gli americani e i traveller dell’Asia-Pacifico sono più aperti.

I viaggiatori d’affari sono sempre più digital. Leggi la notizia.

L’indagine di CWT (scopri di più sulla Tmc) è stata condotta da Artemis Strategy Group su oltre 2.700 viaggiatori d’affari in tutto il mondo. Il campione includeva anche business traveller italiani.

Ecco l’infografica dello studio di CWT:

Hertz
Precedente

Hertz, la Selezione Italia aggiunge Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Air China
Successivo

Air China, dal 12 giugno al via il Roma-Hangzhou