MissiOnewsPolitica&EconomiaTrasporti

La Top Ten delle compagnie per i guadagni ancillary

Dai 2,1 miliardi di dollari del 2007 ai 29,7 miliardi di dollari dello scorso anno; questa la crescita dei guadagni ancillary delle compagnie prese in considerazione dalla ricerca annuale di IdeaWorksCompany, che ha interpellato 143 compagnie, di cui ben 72 hanno raggiunto risultati in crescita. La ricerca realizzata da Jay Sorensen, sponsorizzata da CarTrawler, basata sui bilanci 2017 dei vettori vede in testa sulla percentuale di ancillary Spirit, con un mirabilante 46,6% di ancillary, seguita da VivaAeroBus, con il 43,6%, Frontier con il 42,4%, Wizz Air con il 41,6. Sotto il 40% Allegiant, al 39,8%, e Volotea, al 34,2%. Chiudono la top ten Wow Air, Ryanair, Volaris e Jet2.com, sotto il 30% sul totale.

I ricavi aggiuntivi a passeggero per area geografica vedono in vetta WOW air con 48,87 dollari per l’Europa e la Russia, Spirit con 50,97 dollari per le Americhe e AirAsia X con 33,12 dollari per Asia e Sud Pacifico.

La Top Ten delle compagnie per i guadagni ancillary, la classifica per le entrate in assoluto

Guadagni ancillary che inizialmente non interessavano gli investitori, ma che ora sono importantissimi per tutti i bilanci di ogni tipo di compagnia aerea. “Le entrate accessorie continuano a crescere e sono diventate una componente obbligatoria del mix di entrate di tutte le compagnie aeree. Gli investitori inizialmente ne sono rimasti sorpresi, ora se lo attendono. Tale aspettativa vale anche per i consumatori che apprezzano la flessibilità e la varietà dei servizi offerti dalle compagnie aeree. Le migliori compagnie aeree sono diventate rivenditori esperti di servizi relativi ai viaggi, che includono la possibilità di prenotare hotel, attrazioni e naturalmente trasporti via terra”, ha dichiarato Michael Cunningham, vicepresidente della distribuzione di CarTrawler che ha commissionato il sondaggio. E se sono guadagni essenziale per i bilanci delle low cost, lo stanno diventano sempre di più anche per le compagnie tradizionali. Basta vedere le cifre milionarie che incassano con questi servizi. Con le tre big statunitensi, United, Delta e American, a incassare oltre 5 miliardi di dollari ogni anno dalle ancillary. Seguono le due più grandi low cost del globo, Southwest e Ryanair, con easyJet al decimo posto, preceduta da Air France-KLM, il Gruppo Lufthansa, Alaska ed Air Canada.

 

Salone di Farnborough
Precedente

Salone di Farnborough, ondata di ordinativi

Premio a Blue Panorama
Successivo

Premio a Blue Panorama durante i World Airlines Awards