Auto

Arriva la quinta generazione di L200. A caccia di Fleet

Il fortunato pickup di casa Mitsubishi, L200,  arriva alla sua quinta generazione, dopo aver venduto ben 4 milioni di unità.

Con una nuova progettazione, durata ben 28 mesi, con un obiettivo del minor impatto ambientale possibile, in questo caso una riduzione delle emissioni di CO2 che dai 199 g/km minimo del modello L200 uscente scende a 169 g/km minimo per il nuovo modello L200. Tra le novità:

Nuova linea contraddistinta dal design  “J-Line” dell’L200 uscente (versione Double Cab) ma portata a un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,40

Maggiore spaziosità a fronte di dimensioni complessivamente compatte (pur mantenendo un raggio di sterzata di 5,9 m, il più stretto del segmento) e di un pianale dalla lunghezza competitiva.

Doppie porte (ovvero 4 porte) sul modello Club Cab per aumentare praticità e comfort.

Nuovo motore Clean Diesel MIVEC 4N15 da 2,4 litri e 154 CV / 181 CV – versione di cilindrata superiore rispetto alle unità 4N13 (ASX e Lancer) e 4N14 (Outlander), con emissioni di CO2 ridotte

Nuovo cambio manuale a 6 marce (e nuovo cambio automatico a 5 rapporti), per migliorare le prestazioni, contenere le emissioni di CO2 e ridurre gli interventi di manutenzione.

Insomma un’auto, pardon un pick up, per tutte le situazioni. Con tariffe a partire da 27.650 euro iva inclusa per il Club Cab Inform, per arrivare ai 34.950 euro per il Double Cab Intense Hp Mivec. I motori sono tutti 2.4 a gasolio, con cambio automatico Easy select o Super select. E tutti possono godere dei 3mila euro di sconto fino a fine anno. Ottimo quindi (anche) per le Fleet!.

Precedente

Il nuovo Outlander: auto di forma. Ma anche di sostanza

Toyota per Fortune
Successivo

La "nuova" Toyota Auris si presenta. In attesa di nuove versioni