ServiziSguardo sul futuro

Bridgestone Europe rileva TomTom Telematics

Bridgestone Europe rileva TomTom Telematics per 910 milioni di euro. La sussidiaria di Bridgestone Corporation nell’area EMEA riunisce così  il più grande produttore al mondo di pneumatici e prodotti in gomma con il provider numero uno nelle soluzioni digitali per le flotte in Europa, dando vita a una importante piattaforma dati per veicoli connessi, dove il Costruttore giapponese punta a diventare leader nelle soluzioni di mobilità. Grazie a questa mossa, Bridgestone potrà combinare la vendita di pneumatici e soluzioni digitali, raggiungendo così una clientela ancora più ampia, specializzandosi sempre di più nel mondo aziendale.  L’accesso ai dati, inoltre migliorerà la fase di sviluppo e testing e favorirà l’innovazione legata ai pneumatici connessi a vantaggio di tutti i clienti, compresi i produttori di primi equipaggiamenti.

Bridgestone Europe rileva TomTom Telematics per 910 milioni di euro focalizzandosi sempre di più sui servizi alle flotte

Se il futuro dei veicoli è connesso, autonomo, condiviso ed elettrico (leggi qui), Bridgestone ha identificato le soluzioni di mobilità digitale e per le flotte come una priorità strategica, andando appunto a rilevare TomTom Telematics. Ciò è rafforzato dalla crescente importanza delle flotte rispetto ai veicoli di proprietà individuale per il  trasporto di persone e di merci, dove i Fleet manager devono massimizzare la produttività e ridurre al minimo il costo di proprietà. Bridgestone Europe rileva TomTom Telematics anche con un forte focus sullo sviluppo di competenze nella raccolta di dati provenienti da sensori, piattaforme dati e analytics. Ciò ha portato alla creazione di una gamma di soluzioni e applicazioni digitali come Tirematics, Mobox, FleetPulse e Bridgestone Connect.

Bridgestone Europe rileva TomTom Telematics che è leader di mercato in un settore in crescita a due cifre, combinandosi in maniera perfetta e strategica grazie anche a una platea di ben 860mila veicoli gestiti, di cui oltre due terzi sono commerciali. Ha un sistema go-to-market personalizzato e un’offerta digitale premium che include WebFleet e NextFleet. Gestisce in media oltre 800 milioni di posizioni GPS, 3.3 milioni di viaggi e 200 milioni di messaggi in arrivo al giorno, grazie a una piattaforma aperta, scalabile, sicura e basata su cloud, che ai clienti, come flotte commerciali, società di leasing o flotte aziendali, di rendere più efficienti le loro operazioni. Rende inoltre possibili collaborazioni con i produttori di primi equipaggiamenti, grazie alla migliore esperienza di guida.

L’integrazione permetterà di accelerare il business di TomTom Telematics, grazie alal forza di Bridgestone e alla sua ampia base di clienti,  visto anche lo status di fornitore preferito per molti dei principali produttori di auto e flotte al mondo, e a 2.600 punti vendita nell’area EMEA. Inoltre Bridgestone porta in dote anche il forte focus dell’azienda giapponese in investimenti in R&D, come con il Digital Garage basato a Roma dedicato allo sviluppo di soluzioni di mobilità digitale.
“Abbiamo trovato in TomTom Telematics un perfetto abbinamento. I nostri asset e competenze complementari creeranno un potente motore di soluzioni per le flotte e rafforzeranno ulteriormente la divisione di Bridgestone dedicata alla tecnologia digitale. In aggiunta, ci sarebbero considerevoli benefici dall’unione delle nostre offerte, permettendoci, tra molte altre opportunità, di vendere pneumatici e soluzioni digitali ai nostri clienti. Ora siamo ben posizionati nell’area EMEA per accelerare il nostro business basato sui dati, espandere la nostra base di clienti delle flotte e cogliere opportunità proficue e in rapida crescita nel settore della mobilità. Riconosciamo e rispettiamo il talento e l’abilità del management di TomTom Telematics e dei suoi 670 dipendenti. È nostra intenzione promuovere e far crescere il business e sostenere i suoi piani attuali. Vogliamo che TomTom Telematics continui a servire i suoi clienti con successo come ha fatto negli ultimi anni e a sfruttare la sua posizione di numero uno in un mercato in rapida crescita” ha detto Paolo Ferrari, Ceo e Presidente di Bridgestone EMEA ed Executive Vice President Bridgestone Group.

“Dopo un’approfondita revisione di più opzioni strategiche, abbiamo determinato che la vendita di TomTom Telematics a Bridgestone è nel migliore interesse sia di TomTom Telematics sia del nostro core business focalizzato sulla tecnologia”, ha commentato Harold Goddijn, Ceo di TomTom, a cui ha aggiunto il suo managing director di Tom Tom telematics  Thomas Schmidt: “Continueremo a investire nel nostro innovativo sistema di creazione di mappe, consentendo aggiornamenti più rapidi e riducendo i costi operativi, aprendo la strada alla guida autonoma. TomTom Telematics è il principale Telematics Service Provider in Europa e continuiamo a far
crescere la nostra base installata di veicoli ai quali forniamo assistenza a livello globale. Siamo impazienti di accelerare il nostro ambizioso piano di crescita e cogliere nuove opportunità come parte di Bridgestone. Nel frattempo, ci aspettiamo che il passaggio avvenga senza interruzioni per i nostri clienti, fornitori e dipendenti”.

Gaetano Thorel
Precedente

Gaetano Thorel è il nuovo Direttore Generale di PSA Italia

EV Readiness 2019 LeasePlan
Successivo

Europa, rivoluzione elettrica secondo l'EV Readiness 2019 LeasePlan