ServiziSguardo sul futuro

Radar e limiti di velocità arrivano su Google Maps

Google Maps ha integrato due nuove funzioni pratiche per tutti coloro che viaggiano in auto. L’applicazione può ora infatti indicare sulle sue mappe i limiti di velocità e la posizione degli autovelox. E presto arriveranno in tutti i paesi europei, in quanto questa nuova funzione è stata introdotta per la prima volta solo in Danimarca, Regno Unito e Stati Uniti. E i prossimi paesi dove verrà rilasciata sono Brasile, Australia, Canada, India, Indonesia, Russia e Messico. L’applicazione è quindi in grado di segnalare la presenza di radar sul percorso grazie a un piccolo punto arancione sulla mappa e a un segnale acustico quando il conducente si avvicina. Grazie naturalmente all’acquisizione di Waze da parte del colosso fondato da Brin & Page nel 2013 (leggi qui la sua collaborazione con Google).

Radar e limiti di velocità arrivano su Google Maps. E si affina anche Google Fligths

Oltre che limiti di velocità e radar su Google Maps, il gigante di Mountain View ha introdotto anche una versione 2.0 di Google Flights. Il programma include un’esperienza più semplice per trovare il miglior volo al miglior prezzo oltre che per poter monitorare l’andamento dei prezzi degli hotel. E sono arrivate anche le informazioni in tempo reale sullo stato dei voli. Con l’assistente del colosso del web che ti risponde a domande in linguaggio naturale come se fosse il “tuo” personale assistente; “il mio volo è puntuale?”, “qual è il mio gate?”, avendo registrato, se il viaggiatore vuole, tutte le informazioni di quel dato volo sul proprio smartphone.

Google annuncia inoltre altre funzioni per rendere il  viaggio più facile. Ad esempio, quando si guida verso una destinazione sconosciuta, Google Maps può aiutare a scoprire cose interessanti da fare in una città, grazie a una scheda “esplora”. Infine, è possibile applicare filtri di ricerca ai  voli con, ad esempio, le spese per i bagagli per scoprire cosa è incluso nel biglietto.

modelli più venduti al mondo
Precedente

I modelli più venduti al mondo. Lo scarso peso dell'Europa

auto usate di qualità
Successivo

Il remarketing strumento per acquisire auto usate di qualità