AutoEventiGreenSguardo sul futuro

Per Toyota è l’anno di svolta nelle flotte

“Imprimiamo una forte accelerazione sulle flotte dopo un anno che ci vede crescere del 64% sui volumi in generale, del 54% sul noleggio a lungo termine e del 50% sul marchio Lexus”, così Massimiliano Loconzolo, fleet and used senior manager di Toyota Italia. Il 2019 conduce la casa giapponese a un livello di completezza nelle proposte per il settore fleet come mai prima d’ora, in un momento storico che s’interroga sulle motorizzazioni e fa giocare all’ibrido la carta da jolly. Da questo punto di vista, il Gruppo Toyota ne è oggi il leader mondiale con oltre 13 milioni di vetture ibrido-elettriche vendute nel mondo dal 1997.

Lexus ha presentato ai fleet manager la UX Hybrid con un test drive in Franciacorta, facendo provare anche la ES per un confronto Premium che dovrebbe portare il brand al raddoppio delle vendite complessive nel 2019.

Almeno questo è l’obiettivo: passare da poco meno di 4mila unità vendute a 8mila. “Con Lexus abbiamo la sfida più importante andandoci a misurare con le German 3, le quali offrono soluzioni ibrido elettrificate tra cui il plug-in – osserva Loconzolo -. Lexus UX Hybrid è l’unica proposta Full Hybrid Electric nel suo segmento C-Suv, trasversale per gli utenti aziendali user chooser così come per le Pmi. Inoltre, con il 2000 di cilindrata il mercato ci riconosce che siamo best-in class nel segmento non solo in termini di valore residuo ma anche in termini di consumi ed emissioni di CO2.

Qui vi abbiamo raccontato il test drive della Lexus ES300lh a Malaga.

Ma il 2019 non è solo Lexus, Toyota sta rilanciando in questi primi mesi dell’anno due modelli iconici del brand.

Toyota RAV4 Hybrid, il SUV più venduto al mondo con 2500 di cilindrata, con il quale “Vogliamo posizionarci all’interno delle car policy aziendali nella fascia medio-alta in controtendenza ai competitor dello stesso segmento”.

Nuova Corolla Hybrid, regina di un segmento C che è notoriamente quello “Doc” per le flotte.  Corolla è il primo modello Toyota ad offrire due motorizzazioni Full Hybrid Electric, una versione 1800 per i grandi numeri e la 2000 per le piccole e medie imprese. “In questo caso vogliamo prenderci il mercato delle Pmi e delle partite Iva, che ha gusti più vicini ai privati– continua Loconzolo -. Corolla si presenta con un design più appealing per gli user chooser, l’obiettivo di quest’anno è incrementare del 30% i volumi di questo segmento nel mercato fleet”.

Per marcare stretto il mercato, la casa ha riorganizzato la struttura vendite dedicando un manager al marchio Lexus e un’altra figura alle grandi aziende e alla Pubblica Amministrazione.

Infine, menzione al noleggio a lungo termine, “l’obiettivo per il 2019 è consolidare il 4,1% di quota e aumentare volumi e penetrazione di mercato grazie al contributo dei nuovi prodotti del brand Lexus”.

Aniasa
Precedente

Tendenze: gli italiani preferiscono il noleggio auto all'acquisto

Immatricolazioni a marzo
Successivo

Il punto sull'ecobonus: una farsa da 1000 pezzi scarsi