Quota 10 milioni di visitatori per Abu Dhabi

Un ricco calendario di eventi di portata internazionale, il miglioramento delle infrastrutture e la crescita dell’offerta culturale: sono questi i fattori che nel 2018 hanno fatto raggiungere ad Abu Dhabi il traguardo di 10 milioni di visitatori internazionali, cifra che comprende sia gli escursionisti giornalieri sia quelli che hanno pernottato nella capitale degli emirati, aumentati del 3,94% rispetto al 2017.

Il risultato positivo ha superato le previsioni di sviluppo del locale Dipartimento cultura e Turismo ed è dovuto anche al potenziamento dei settori turistici specializzati, mice su tutti come conferma il presidente del DCT Mohamed Khalifa Al Mubarak: “Per quanto riguarda la parte del nostro mandato legata al business travel abbiamo avuto un considerevole successo con il nostro Abu Dhabi Convention Bureau che continua ad assicurare conferenze ed eventi di alto profilo, occupando una posizione di rilievo nello scenario business mondiale. Dal 2009 abbiamo accolto migliaia di delegati esteri con le nostre conferenze, meeting e fiere, tra cui l’evento World Skills che, svoltosi nel 2017, ha portato ad Abu Dhabi più di 100mila visitatori da numerose scuole e università nel mondo”.

Come simbolo di quanto siamo arrivati lontano, ci siamo impegnati a ospitare l’evento umanitario più grande nella storia con l’organizzazione ad Abu Dhabi degli Special Olympics”. L’evento sportivo appena conclusosi ha portato nella città oltre 7.000 atleti con e senza disabilità intellettive provenienti da 170 paesi che hanno gareggiato per sette giorni in 24 discipline.

Quota 10 milioni di visitatori per Abu Dhabi: i grandi eventi da qui al 2021

Gli Special Olympics (di cui vi abbiamo scritto qui) sono però solo uno degli appuntamenti che dimostra l’impegno della destinazione per imporsi nel mercato mice, e non solo del Medio Oriente. Il convention bureau si è aggiudicato appuntamenti quali il Congresso mondiale di nefrologia (2020, 4mila delegati), il Congresso mondiale dell’Associazione per la riabilitazione psicosociale (2021) e, battuta la concorrenza di Rio de Janeiro e San Pietroburgo, il Congresso mondiale dell’energia 2019, uno dei forum più importanti al mondo.

La cultura è il motore dell’incoming

Investire in cultura ripaga. Un aspetto decisivo che rende Abu Dhabi una mice destination è, infatti, la sua offerta non solo di proposte entertainment quali Warner Bros World e Yas Island ma anche e soprattutto culturali. Il museo Louvre Abu Dhabi e il centro multidisciplinare Al Hosn (qui la notizia della sua apertura) sono tra i patrimoni culturali della destinazione che nel 2018 hanno attratto più di 2.672.723 di visitatori nell’emirato, superando le previsioni iniziali.

 

 

 

Mandarin Oriental
Precedente

Da Mandarin Oriental, il Mice tra lusso e mindfulness

lusso
Successivo

Eventi sul lusso, a Firenze si riunisce il top dell’hospitality