MissiOnewsTrasporti

Tap vola su Toronto, quarta destinazione nordamericana

Continua lo sviluppo lungo raggio di Tap, il vettore portoghese che, dopo il Brasile, si pone anche come vettore transatlantico sul Nordamerica, aprendo dal prossimo 10 giugno anche un volo su Toronto, Canada, con 5 frequenze settimanali (il lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica). Lo stesso giorno il vettore portoghese lancerà anche un volo giornaliero per Las Palmas nelle Canarie e per Alicante in Spagna.

Araci Coimbra, Tap: “vettore transatlantico sia per leisure che per business”

“La crescita di TAP continua. L’apertura di Toronto rientra nella nostra strategia di essere non solo la compagnia aerea leader per i viaggi in Portogallo ma anche il punto di riferimento per gli spostamenti verso mete oltre Atlantico, sia sul fronte leisure che business. Con queste tre nuove destinazioni prosegue, inoltre, il processo di ridefinizione del network iniziato lo scorso gennaio, che ha visto il rafforzamento di Lisbona quale hub strategico e l’ampliamento delle rotte verso il Nord America”, ha detto il Director global leisure sales e South&West European markets di Tap Araci Coimbra.

I passeggeri del vettore lusitano in partenza dagli aeroporti italiani di Roma, Milano, Venezia e Bologna potranno così raggiungere Toronto e Las Palmas, un po’ meno Alicante,  e le altre destinazioni lungo raggio, tra cui ben 10 verso il Brasile (Belém,  Fortaleza, Natal, Recife, Salvador da Bahia, Rio de Janeiro, Brasilia, San Paolo, Belo Horizonte e Porto Alegre) oltre che a Boston, Miami o New York, grazie all’hub di Lisbona. Chi vola a Toronto, inoltre, avrà la possibilità di fermarsi gratuitamente nella capitale portoghese  fino a 72 ore, sia in andata che in ritorno. .

Tap attualmente vanta 76 destinazioni in 29 Paesi del mondo, a cui si se ne affiancano tante altre grazie agli accordi di code share con gli altri membri Star Alliance e con jetBlue, con cui condivide la proprietà. Tap inoltre sta aggiornando la flotta sia con i nuovi sedili Recaro molto più comodi che con l’arrivo di nuovi Airbus, soprattutto per il lungo raggio. Ad oggi sono gli 78 aeromobili in flotta, di cui 20 per il lungo raggio.

 

Trump Ban
Precedente

Donald Trump alza le barriere: sarà più difficile entrare negli Usa

TWA Hotel
Successivo

New York JFK: iniziano i lavori del TWA Hotel