AccomodationMissiOnews

Nasce Tribe e Accor porta il lifestyle nel business travel

Accor radica la sua presenza nel segmento midscale con l’inaugurazione in un nuovo brand lifestyle: Tribe. Il marchio si rivolge a una clientela internazionale di viaggiatori abituali, anche per affari, che cercano un’esperienza di qualità a un prezzo accessibile. Con Tribe il concetto di ospitalità è completamente ridisegnato, a cominciare dal design intelligente: in ogni spazio e in ogni tipo di servizio, una particolare attenzione è stata dedicata alla praticità, senza trascurare la parte estetica e il comfort. Il tratto distintivo è elegante (vi sono, ad esempio, cuscini firmati Jean-Paul Gaultier e lampade di Tom Dixon) e gli ambienti spaziosi. Inoltre, diverse aree creative sono a disposizione degli ospiti per lavorare, organizzare un incontro o sorseggiare un drink.

Tribe, servizi essenziali

Tribe offre ai clienti servizi che puntano all’essenziale.  Nelle camere si può usufruire di un guardaroba personalizzato sotto il letto, trascorrere del tempo davanti alla Smart Tv o fare una doccia rilassante utilizzando i prodotti professionali di Kevin Murphy. Le cialde Nespresso e il tè T2 sono forniti gratuitamente al posto del minibar. Un servizio Grab& Go è disponibile 24/7. Tra i servizi offerti compare una cucina basata su alimenti stagionali, disponibile a qualsiasi ora nell’area Tribe Foods (Cafè di giorno, Bar la notte). Completano l’offerta noleggio di biciclette, sala fitness, spazi di co-working, consigli per scoprire la città.

Prima apertura europea a Glasgow

Il primo Tribe, con 126 camere, si trova a Perth, in Australia. Dieci ulteriori aperture sono già programmate per il 2022 in Europa e Asia Pacifico, per un totale di oltre 1.700 camere. “La pipeline di oltre 50 alberghi in corso di negoziazione nei prossimi anni ci invita a pensare che il marchio Tribe avrà una forte crescita in tutto il mondo, incluse città chiave come Parigi, Londra, Singapore, Dubai, Bangkok”, spiega Gaurav Bhushan, Chief Development Officer di Accor. In totale il brand sarà presente in 150 destinazioni internazionali entro il 2030. La prima apertura in Europa è prevista per quest’anno: il Tribe Glasgow, con 290 camere.

Costante crescita nel segmento

Il lancio rientra nella forte crescita di Accor nel segmento lifestyle. Grazie all’acquisizione di ben 14 catene in questo settore, il gruppo oggi conta ben 10 brand, per un totale di 6.900 camere: oltre a Tribe Delano, SLS, SO/, The House of Originals, Mondrian, 25Hours, Hyde, Mama Shelter e Jo & Joe. Ottime, in particolare, le performance di SO/, che ha aperto 13 nuovi alberghi, oltre agli otto già inaugurati nel 2018. L’obiettivo è raggiungere una rete di oltre venti per 3.700 camere entro il 2023. In generale, la catena francese ha messo a segno 500 acquisizioni, 110 in più rispetto al 2017. Il  suo portfolio è di quasi 4.800 strutture, 704.000 camere in più di cento Paesi. Scopri di più su Accor in questo video sull’espansione del 2018.

Anche la loyalty di Accor diventa lifestyle. Leggi la notizia.

Oscar del business travel
Precedente

A Milano la notte degli Oscar del business travel

tariffe aeree
Successivo

Tariffe aeree sempre più basse negli Usa, volano le ancillary