AutoGreen

Auto elettriche Audi: 30 nuovi modelli entro il 2025

Le auto elettriche Audi prendono sempre più piede nella strategia del costruttore tedesco. La casa del gruppo Volkswagen, infatti, prosegue nella trasformazione da costruttore a fornitore di servizi per la mobilità sostenibile basandosi su 4 piattaforme elettriche dedicate, così da coprire tutti i segmenti di mercato. Entro la fine di quest’anno, infatti, l’offensiva plug-in hybrid si comporrà di 4 nuovi modelli, cui seguiranno ulteriori novità nel 2020.

Ma la strategia elettrifica del brand non si ferma qui e prosegue anche verso la produzione e verso la formazione del personale, fermo restando che l’attenzione va verso le vetture, come peraltro rimarca il Ceo Audi, Bram Schot: «Entro il 2025 presenteremo 30 nuovi modelli a elevata elettrificazione, 20 dei quali completamente a emissioni zero. Per quell’anno prevediamo che il 40% delle nostre vendite siano composte da modelli che montino il motore a batteria (con e senza quello a combustione). Stiamo solo definendo come rendere possibile e sostenibile un utilizzo quotidiano di tali vetture».

Per raggiungere tale ambizioso obiettivo Audi utilizzerà il know how del Gruppo VW, che ha già portato alla produzione del Suv e-tron (prima auto totalmente elettrica del brand) a inizio 2019, mentre l’anno successivo seguirà il Suv compatto Q4 e-tron. A fine 2019, invece, la casa avrà in listino 4 modelli plug in hybrid, tutti affiancati da un turbo a benzina a inezione diretta: la A7 Sportback, la A8 L, Q5 e Q7.

Leggi di più sul percorso di riduzione delle emissioni di Audi.

Auto elettriche Audi: entro il 2023, 14 mld di investimenti

Entro il 2023 Audi investirà 14 miliardi di euro nei settori dell’e-mobility, della guida autonoma e della digitalizzazione. Queste risorse saranno destinate anche alla formazione del personale oltre che allo sviluppo dei prodotti, con l’obiettivo strategico (nel 2025) di ridurre del 30% le emissioni di CO2 rispetto a 10 anni prima.

Entro fine 2020 debutterà l’auto basata sulla e-tron GT concept presentata nel 2018 a Los Angeles. La vettura coniugherà sostenibilità e alte prestazioni date da un propulsore da 590 CV ricaricabile per l’80% in 20 minuti che permetterà di raggiungere i 200 km/h in 12 secondi. L’autonomia? Oltre 400 km.

Leggi della Audi e-tron 50 Quattro

Dopo l’annuncio del marzo di quest’anno al Salone di Ginevra, Audi farà debuttare a inizio 2021 il compatto Q4 e-tron da 4,50 metri sviluppandolo dal pianale della piattaforma Meb. Il vantaggio? Misure da Q3 ma spazi interni da Q5 oltre alla possibilità di optare per la presenza di 2 motori elettrici (uno in corrispondenza di ciascun asse) che rendono l’auto a trazione integrale oppure con un motore solo che agisce sulle ruote posteriori.

Auto elettriche Audi, ibridi plug in di diversi segmenti

Le nuove auto ibride plug in Audi sono parte integrante della strategia di elettrificazione dell’azienda di Ingolstadt. Si va dai Suv di medie dimensioni alle berline di lusso come Q5, Q, A7 Sportback e A8 Tfsi: in funzione del modello è possibile scegliere tra 2 versioni con allestimenti e potenze diversi.

Tra i vantaggi – oltre a quelli legati alle prestazioni – ci son quelli fiscali, visto che sono totalmente o parzialmente esenti dal bollo, non son soggette all'”ecotassa” introdotto dal governo con la “Legge di Bilancio 2019” e possono contare su premi assicurativi mediamente inferiori del 10% rispetto alle vetture di analogo segmento. Ma non solo: nel caso della Q5 50 Tfsi è possibile accedere all’ecobonus (fino a 2.500 euro) visto che il prezzo di acquisto è inferiore ai 50.000 euro Iva esclusa.

Il 50% del budget di marketing per le zero emissioni

Come detto, la mobilità sostenibile sarà sempre più improtante per Audi visto che nell’immediato futuro il 50% del budget della casa sarà destinato alle attività di marketing legate alla mobilità zero emissioni.

Ma non solo: in tutto il mondo i concessionari hanno installato le infrastrutture di ricarica necessarie a supportare il lancio della e-tron. A questo si aggiunge la creazione del servizio di ricarica Audi e-tron Charging Service, che consente di accedere con un unico interlocutore all’80% delle stazioni europee. Quindi a 110.000 punti sparsi in 20 paesi Ue, gestiti da 220 operatori.

Tra questi operatori anche Enel X, che in Italia ha siglato un accordo con Audi basato sull’offerta “ready for e-tron” che facilità ulteriormente a privati e pmi la transizione verso la mobilità emissioni zero. Come?

Il pacchetto prevede un sopralluogo domestico e la possibilità di aumentare la potenza elettrica di casa o dell’ufficio, della predisposizione del sistema di ricarica e dell’accesso – mediante app e Card Enel X Recharge – alla rete pubblica del gestore.

I clienti di auto elettriche Audi e-tron beneficiano di un bonus gratuito di 3.300 kWh di energia in 2 anni equivalenti a 14.000 km di percorrenza.

mercato auto a ottobre 2019
Precedente

Mercato auto a ottobre 2019 in positivo, grazie a noleggio e KM0

manovra di bilancio 2020
Successivo

Tassa sull’auto aziendale cancellata o ridotta del 50%