AutoEventiGreenServiziSguardo sul futuro

Auto ibride ed elettriche, così la pensano FCA e Kia

Auto ibride ed elettriche tra presente, futuro, infinito: questa la riflessione con le case automobilistiche all’interno di MissionForum, nel dibattito condotto da Maurizio Bertera, giornalista de la Gazzetta dello Sport e de Il Corriere della Sera.

Il tema non poteva che essere quello delle propulsioni, che un tempo si dicevano ‘alternative’, ma fungono ormai da contraltare a diesel e benzina. Con una crescita lenta, lentissima in Italia, ma inarrestabile.

Auto ibride ed elettriche, qual è il problema?

Il vero problema? La scelta, come ha spiegato Umberto Zapelloni, grande firma dell’automotive e autore del volume ‘Come scegliere la tua nuova auto’.

Ho deciso di condensare in 100 domande e 100 risposte tutti i ragionamenti che si fanno su questo argomento, pieni di errori e luoghi comuni – ha detto il giornalista – il futuro della mobilità comincia adesso, anzi è già cominciato. Stiamo entrando in un nuovo mondo dove saremo spettatori della più grande rivoluzione vista dopo il passaggio dalle carrozze trainate dai cavalli ai motori. E dove chi abita in città avrà comunque esigenze diverse da chi guida solo in provincia”.

Auto ibride ed elettriche, gli uomini cambiano

A portare un importante contributo al dibattito due specialisti come Luca Contartese, Fleet Key Account Manager di Kia Motors Company Italy, e Alessandro Grosso, Head of Fleet & Business Sales Emea di FCA Fiat Chrysler Automobiles.

auto ibride ed elettriche

Kia Niro

“Kia Motors ha sempre guardato con estrema attenzione al nuovo mondo, proponendo versioni ibride di tanti modelli e auto elettriche come la Soul – ha dichiarato Contartese –, il nostro obiettivo è dare all’acquirente tutte le possibilità di propulsione per ogni auto, come la Niro. Sicuramente è una scelta impegnativa che si scontra non poco con i luoghi comuni degli italiani, a partire dall’autonomia che ha raggiunto livelli notevoli, ma non soddisfa gran parte dell’utenza. Dimenticando che oggi in città non si va oltre percorrenze quotidiane di 15-16 km di media”.

A differenza di Kia, FCA si è sempre tenuta alla larga da ibrido ed elettrico, per una precisa volontà di Sergio Marchionne. Ma i tempi e gli uomini cambiano ed ecco che nel primo semestre 2020, debutterà la Renegade plug-in.

auto ibride ed elettriche

Jeep Renegade plug-in

“C’è molta attesa, non si può negare – ha raccontato Grosso – ed è l’inizio di una strategia interessante per il nostro gruppo, leader sul mercato italiano. I numeri in generale restano a quote basse. ma è evidente che bisogna esserci. Di sicuro, il freno maggiore per le auto elettriche è dato dalle infrastrutture e dal prezzo perché gli italiani non si sentono attratti dal salto tra la vecchia auto e un modello diverso dal loro. Non dimentichiamo il problema del parco auto più vecchio in Europa, che resta legato a benzina e soprattutto diesel, su cui sono state dette tante inesattezze con gravi danni per il mercato”.

Leggi della correlazione tra Pil e immatricolazioni a zero emissioni in Europa.

Auto ibride ed elettriche: conclusioni

La morale? “L’auto del futuro sarà pulita, condivisa e connessa. Poi, un giorno, diventerà anche autonoma. Lo dicono praticamente in coro tutti i costruttori con una visione decisamente univoca di quello che verrà”, conclude Zapelloni.

Siamo perfettamente d’accordo con lui, resta sempre il dubbio sui tempi entro i quali ciò avverrà.

Per approfondire, leggi qui tutte le novità presentate da FCA al salone di Ginevra.

Leasys Mobility Store
Precedente

Leasys Mobility Store, il noleggio anche a breve e medio in 100 negozi

hyundai kona ibrida
Successivo

Hyundai Kona ibrida accelera il piano elettrico della Casa