AutoServiziSocietà Nlt

Auto usate dal noleggio garantite: ecco come si può fare

Le auto usate da noleggio fanno breccia sul mercato automotive e Lojack arriva puntuale con la telematica per garantirne la qualità. Sulla piattaforma “Connect” della società del Gruppo Calamp, infatti, sbarca la nuova funzionalità che offre a fleet manager e società di autonoleggio una soluzione ai loro processi di remarketing.

Secondo Aniasa, ogni anno sono oltre 180mila i veicoli usati da noleggio a lungo termine immessi sul mercato.

Di questi, 16mila vengono venduti a privati e imprese. La restante parte a commercianti e rivenditori (ad eccezione di una piccola quota radiata per esportazione). Va da sé che siano i mezzi con meno chilometro e meglio manutenuti ad interessare la domanda. «Perciò poter garantire lo stato di salute del veicolo e condividere le informazioni sulla sua vita precedente con il potenziale acquirente, può costituire un’arma strategica a supporto del processo di vendita».

Approfondisci sul remarketing dell’usato da noleggio in questo numero di MissionFleet, da pagina 18.

Auto usate da noleggio certificate

Custode dei principali indicatori di un’auto aziendale, Lojack Connect tiene sotto controllo in tempo reale quanto accade. Quindi al momento della vendita può “certificarne lo stato di salute”. Banalmente, dai chilometri percorsi agli incidenti subiti, ed evidenziazione di eventuali crash, al rating sullo stato generale.

Inoltre, i fleet manager possono attivare un meccanismo premiante nei confronti dei driver più virtuosi, che riconsegnano la vettura in ottimo stato.

Tra le funzionalità, infatti, c’è quella di “Driving behavior”, che analizza gli stili di guida dei driver sulla base di alcuni parametri.

Lojack Connect si completa con il sistema di Corporate car sharing, per le flotte in condivisione, sia aziendali sia di taxi e noleggiatori a breve termine. Un badge reader identifica in modo rapido il soggetto che utilizza le vetture in pool.

Recentemente, la piattaforma telematica ha rilasciato un aggiornamento per il monitoraggio dei furti. La versione “Touch” abbina la radiofrequenza alla telematica, trasformando ogni veicolo equipaggiato in un rilevatore.

sinistri di responsabilità civile
Precedente

Assicurazioni: sinistri di responsabilità civile in aumento, l'analisi di Allianz

AsConAuto
Successivo

Da AsConAuto il polso sull'automotive e l'attrito con il NLT