AutoStudi/Sondaggi

Crash test Euro Ncap 2020, ecco le auto a 5 stelle per la sicurezza

Si è svolta la terza sessione dei crash test Euro Ncap 2020. In questo caso, sono stati valutati 7 modelli: le 5 stelle sono state assegnate a Audi A3, Isuzu D-Max, Kia Sorento, Land Rover Defender e Seat Leon. Mentre Honda e e Hyundai i10 hanno ricevuto 4 e 3 stelle.

Andando con ordine: la Audi A3, benzina e gasolio, ha ottenuto buone performance in tutte le prove. Grazie anche alla ricca dotazione di serie dei sistemi di assistenza alla guida, compreso quello di monitoraggio del conducente. Le poche criticità? La marginale protezione del collo e del bacino del bambino e di torace e tibia del conducente in caso di urto frontale.

Pieni voti anche per la Isuzu D-Max, valutata anche dall’Australasian Ncap a inizio 2020. Alcuni test sono stati ripetuti da Euro Ncap per garantire che la valutazione 5 stelle fosse valida anche per il mercato europeo. Buona la protezione degli occupanti a bordo, alcune criticità nella prova di urto frontale con marginale protezione del torace del conducente e del passeggero posteriore. Massimo punteggio nella protezione dei bambini in caso di urto laterale. Piccole défaillance dal sistema di frenatura automatico in alcuni test degli utenti vulnerabili. Buone dotazioni e prestazioni dei sistemi di assistenza alla guida.

Guarda i risultati dei crash test di novembre

Crash test Euro Ncap 2020, le altre auto a 5 stelle per la sicurezza

Nei crash test Euro Ncap 2020, l’ibrida a benzina Kia Sorento ha ottenuto il massimo punteggio nella categoria sicurezza attiva. A iniziare dall’ottima la protezione dei bambini nello scontro laterale contro barriera. Molto performanti gli Adas di serie, che comprendono anche il monitoraggio dello stato del conducente. Di negativo: la debole protezione di torace e femore del conducente nelle prove di scontro frontale.

Anche Land Rover Defender, sia in versione a benzina che gasolio, ha raggiunto le 5 stelle. Punteggio massimo nella prova di scontro laterale contro il palo e in quelle della protezione dei bambini. Il veicolo è stato leggermente penalizzato a causa dell’elevata massa e della conformazione massiccia della parte anteriore. Completa la dotazione di serie degli Adas.

La Seat Leon, benzina, gasolio e ibrida, è stata la regina di questa serie di test con valutazione complessiva di 5 stelle. Punteggi più elevati per la sicurezza passiva di adulti e bambini e la protezione degli utenti vulnerabili. Massimo punteggio per la protezione dei bambini a bordo nello scontro laterale. Una criticità: la marginale protezione del torace del conducente nello scontro frontale contro barriera.

Guarda il video del test della Leon

 

Crash test Euro Ncap 2020, i risultati di Honda e Hyundai

Quattro le stelle per la “piccola” elettrica Honda e (guarda il video del crash test) nonostante i massimi punteggi nei test di urto laterali contro barriera e palo. Le valutazioni sono state penalizzate “per la debole protezione del femore del conducente nell’urto frontale con barriera deformabile”. Eccessiva, poi, l’escursione del conducente verso il lato del passeggero, in caso di scontro laterale, con elevata probabilità di urto tra le teste dei passeggeri. Buona la dotazione di serie dei sistemi di assistenza alla guida.

La Hyundai i10, con alimentazione a benzina, si è fermata a 3 stelle, penalizzata dal basso peso del veicolo che rientra nella classe city car o supermini. Scarsa la protezione del bacino del conducente nelle prove di urto frontale, a causa della non buona ritenuta delle cinture di sicurezza. Deboli la protezione della testa e del torace del conducente in caso di urto frontale e del torce del bambino sul sedile posteriore in caso di urto laterale. Buona la dotazione dei sistemi di assistenza alla guida. Presente un sistema e-call di seconda generazione.

Guarda il video del crash test della Hyundai

Il commento dell’Automobile Club d’Italia

«Questa serie di test mette in evidenza che la disomogeneità del parco veicolare, in termini di masse e dimensioni, penalizza i veicoli piccoli e di minor peso». Così ha dichiarato Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia. «Ma i sistemi di assistenza alla guida possono aiutare a compensare questi handicap. Si tratta di un’ulteriore sfida per i costruttori di auto».

Anche in questa sessione di test sono state valutate 3 nuove versioni di modelli già “testati” da Euro Ncap.

La Peugeot e-208, variante completamente elettrica della Peugeot 208, e la Renault Captur E-Tech, versione ibrida della Captur. Entrambe testate nel 2019, confermano le 5 stelle ottenute con il protocollo Euro Ncap 2019.

La Peugeot 3008 Hybrid, ibrida della Peugeot 3008 testata nel 2016, conferma invece le 5 stelle ottenute, però, con il protocollo Euro NCAP 2016.

Ricarica di auto elettriche
Precedente

Ricarica di auto elettriche in 135 Carrefour dalla partnership con FCA e Be Charge

Nuova Fiat Panda
Successivo

La nuova Fiat Panda e la nuova Tipo: Sport e Cross per due evergreen