Ferrari sbarca a Piazza Affari. Al via lo scorporo da Fca




Il Cavallino Rampante sbarca oggi a Piazza Affari, dopo il listing a New York dello scorso ottobre (Vedi anche: Ferrari, partenza boost a Wall Street. Piazza affari prossima sfida).  In questo modo Ferrari sarà completamente separata dal gruppo Fca, di cui faceva parte sin dal 1969, quando la Fiat entrò nella società acquisendone il 50% del capitale.

All’apertura delle contrattazioni, presenti i vertici di Fca e FerrariSergio Marchionne,  il presidente di Fca, John Elkann, l’ad della casa di Maranello, Amedeo Felisa, Piero Ferrari, figlio del fondatore Enzo e azionista della società, il responsabile della gestione sportiva, Maurizio Arrivabene, nonché il presidente del consiglio Matteo Renzi, ciascun socio Fca si ritroverà in portafoglio un azione Ferrari per ogni 10 di Fiat Chrysler Automobiles secondo un rapporto di concambio di 1 a 10. 

Da lunedì quindi la Ferrari non sarà più nel gruppo Fca: l’ultima quotazione è avvenuta il 30 dicembre a Milano a 12,92 euro, prima di venerdì 8 quando Ferrari verrà regolarmente quotata. 

LEGGI IL COMUNICATO UFFICIALE IN PDF: Completata_la_separazione_di_Ferrari_da_FCA