AutoEventiGalleryVideospace

Heritage: Ford Capri e il debutto automotive degli Usa in Europa

Ford Capri è il modello dello sbarco dell’Ovale Blu in Europa. E di ‘sbarco’ si trattò proprio nell’anno della conquista della luna da parte dell’umanità, nello stesso anno, il 1969.

Dunque, ricorrono i 50 anni della casa americana nel Vecchio Continente, che aprì il sipario con un’auto dal sapore tutto italiano, sin dal nome. 1,8 milioni di persone l’hanno acquistata.

Per ricordare l’evento, Ford ha realizzato un viaggio e un video che lo documenta.

[Vedi qui il viaggio del giornalista Steve Sutcliffe: la Ford protagonista monta un motore V6]

ford capri

Ford Capri, l’auto che ti sei sempre promesso

Steve Sutcliffe, il giornalista britannico che ha guidato la Ford Capri nel suo viaggio tra i ricordi, percorre 700 chilometri dalla sua città natale in Germania alle foreste delle vicine montagne dell’Eifel. Proprio qui furono stati effettuati i test prima del lancio al pubblico. In seguito approda ai circuiti di gara di Spa, in Belgio e Zandvoort, nei Paesi Bassi, dove la Ford Capri ha ottenuto molte importanti vittorie.

“La Ford Capri è stata l’auto che ha permesso all’uomo comune di vivere quotidianamente in un sogno – commenta Sutcliffe -. Aveva la capacità di farti sentire bene con te stesso quando la guidavi, e riesce a farti vivere questa sensazione ancora oggi. In definitiva, si trattava del puro piacere di guidare qualcosa di diverso”.

Il 1969 è stato l’anno del primo uomo sulla luna, del leggendario Festival di Woodstock e dei primi Boeing 747: un periodo di grandi trasformazioni culturali, nonché della mobilità (diremmo oggi). Alla stregua di tante epoche e quella attuale inclusa.

La campagna pubblicitaria di Ford la promuoveva come “The car you always promised yourself’’, l’auto che ti sei sempre promesso.

La domanda fu sostenuta e lo stabilimento di Ford a Colonia l’ha prodotta per 17 anni, attraversando tre generazioni, fino al 1986.

La N304 in Portogallo

Sulle strade più belle d’Europa, una serie su Youtube

La passione di Ford per l’Europa e le sue strade sono raccontate anche in un programma di video pubblicati su Youtube in cui Sutcliffe torna protagonista. Ad esempio, in Portogallo lungo la sinuosa N304 è stato girato il decimo episodio della serie web “Sulle strade più belle d’Europa”, prodotta da Ford.

“E’ uno dei percorsi più belli da percorrere in automobile: una strada larga, ha una superficie perfetta, offre curve cadenzate e panorami incredibili. Cosa ancora più interessante: è poco battuta dagli altri automobilisti”, spiega il driver.

In tre giorni di riprese, Sutcliffe ha incrociato a malapena altre 20 automobili. Ha guidato la nuova Focus ST sulle montagne al nord del Portogallo, fino al Parque Natural do Alvão e sullo sfondo delle cascate del fiume Olo. Una regione poco esplorata, caratterizzata da hotel di buon prezzo, borghi e caffè caratteristici.

Con un voto di 57/60 – il più alto dell’intera serie –  la N304 ha ottenuto il punteggio massimo di 10/10 per fattore di adrenalina, ospitalità, paesaggio, cibo ed enogastronomia.

La serie web ha visto Sutcliffe alla guida di tutti gli esemplari della gamma Ford Performance.

Tra i primi percorsi testati, l’autostrada sulla quale sovrasta il Castello di Dracula in Romania. 330 chilometri con più di 100 tornanti, per guidare con il pensiero rivolto ai racconti di Bram Stoker.

Noi abbiamo provato al Mondeo Hybrid Station Wagon da Milano sulle sponde del lago di Como.

auto dell'anno 2020
Precedente

Auto dell'anno 2020, la lista delle 48 vetture in gara a Ginevra

Car Sharing lungo termine
Successivo

A Milano si noleggia l'auto per 7 giorni, con Share Now