AutoGreen

45 auto ibride Toyota e Lexus nella flotta di De Matteis Agroalimentare

La flotta aziendale di De Matteis Agroalimentare va a comporsi di vetture ibride Toyota e Lexus. La sostituzione dell’attuale parco con queste vetture con tecnologia full hybrid electric consentirà di rendere più rispettosa dell’ambiente la car policy. Una scelta che si aggiunge a quelle compiute in campo produttivo, promuovendo un sistema in cui industria e agricoltura si integrano. Con grande attenzione allo sviluppo del territorio e alla salvaguardia dell’equilibrio tra uomo e natura. Il pastificio ha lavorato anche sulla riduzione delle emissioni inquinanti connesse alla logistica. Scegliendo di ridurre le importazioni di materia prima dall’estero, dunque creando una filiera del grano duro italiano tra le più importanti del nostro Paese.

«Abbiamo compiuto un nuovo passo che ci rende molto orgogliosi – ha detto Marco De Matteis, amministratore delegato di De Matteis Agroalimentare -. Grazie alla partnership con il gruppo Toyota potremo risparmiare in termini di consumi e di emissioni, dando il nostro ulteriore contributo alla tutela dell’ambiente».

La sostenibilità ambientale è da sempre una priorità per Toyota, che ha adottato un approccio mirato a ridurre l’impatto ambientale derivante da ogni sua attività. Per questo, oltre 20 anni fa, l’azienda giapponese ha introdotto sul mercato i primi modelli elettrificati. Ad oggi, sono oltre 15 milioni i clienti che hanno scelto la tecnologia delle ibride Toyota e Lexus in tutto il mondo. Una soluzione che bilancia prestazioni, efficienza energetica ed emissioni.

Scopri la città del futuro progettata da Toyota

Auto ibride Toyota e Lexus: emissioni e limiti di legge

La tecnologia full hybrid electric consente di ridurre consumi ed emissioni di gas come CO2, fino a circa il 30% in meno rispetto ai motori convenzionali. Ma anche di quelli come gli ossidi di azoto. In questo caso, le ibride Toyota e Lexus emettono oltre il 90% in meno rispetto ai limiti di legge. Tutto questo senza alcun cambiamento delle abitudini di guida e senza necessità di una presa di ricarica esterna.

Per il gruppo Toyota, sostenibilità signifca anche prodotti e servizi che durino nel tempo e siano in grado di mantenere il proprio valore. Le auto ibride Toyota e Lexus si posizionano ai vertici nelle classifiche di affidabilità in base ad indagini svolte da associazioni dei consumatori. Una caratteristica che consente di offrire una garanzia estensibile fino a 10 anni su tutte le parti meccaniche ed ibride.

Nel 2019 Lexus ha conquistato per l’ottavo anno consecutivo il primo posto nella classifica che JD Power stila per le auto più affidabili dopo 36 mesi dall’acquisto negli Stati Uniti. Nella stessa classifica, Toyota si è piazzata al secondo posto. Dall’indagine Affidabilità Auto pubblicata su Altroconsumo Inchieste di febbraio 2020, condotta su oltre 43.000 automobilisti europei (di cui circa 13.000 Italiani), Lexus è risultata al primo posto e Toyota al terzo dopo Porsche.

Saranno 45 le auto ibride Toyota e Lexus per De Matteis

«La concreta realizzazione di una società sostenibile potrà avvenire grazie alla condivisione di un percorso comune di riduzione dell’impatto ambientale da parte delle aziende che rappresentano il tessuto produttivo ed economico del Paese. In quest’ottica, ringraziamo l’azienda De Matteis Agroalimentare per aver scelto la nostra tecnologia full hybrid electric», ha dichiarato Alessandro Morganti, sales operations director di Toyota Motor Italia.

L’accordo prevede, entro il 2021, un parco di circa 45 vetture.

Leggi della Rav 4 hybrid premiata ai Mission Fleet Awards

seggiolini antiabbandono
Precedente

Seggiolini antiabbandono e noleggio auto, i modelli sul mercato

salone Ginevra 2021
Successivo

Il Salone di Ginevra 2021: la Fondazione vende al Palexpo e non vuole organizzarlo