Toyota bZ4X

Toyota bZ4X: la prova su strada del Suv elettrico da 500 km di autonomia

Si chiama Toyota bZ4X ed è la prima Toyota elettrica a debuttare sul mercato europeo. In Italia arriverà a partire da gennaio 2023 in due diverse versioni: a due ruote motrici da 204 CV oppure a trazione integrale da 218 CV. Entrambe con la medesima batteria da 71,4 kWh di capacità.

Abbiamo avuto l’opportunità di provarla in anteprima a Copenaghen, in Danimarca. Ecco com’è andata!

[Potrebbe interessarti anche Toyota Aygo X 2022: la prova su strada della city car-crossover]

Toyota bZ4X: dimensioni e bagagliaio

Le proporzioni di Toyota bZ4X sono più importanti di quelle di una Toyota Rav4.

Infatti, misura in lunghezza 4,69 metri, in larghezza 1,85 metri, è alta 1,65 metri e ha un passo di 2,85 metri. Le dimensioni di bZ4X sono da ammiraglia a ruote alte, che la mettono di diritto nel pieno segmento D.

Il bagagliaio ha una capacità di 452 litri standard e perde volumetria utile – scende a 411 litri – se si sceglie l’impianto audio top di gamma con il subwoofer integrato sotto al piano di carico. Un valore che non cambia rispetto alle due versioni 2wd e Awd, nonostante quest’ultima adotti un motore elettrico in più proprio al posteriore. Di contro lo spazio nel bagagliaio è ben sfruttabile grazie alla forma regolare del pavimento, che presenta un comodo doppiofondo dove riporre i cavi di ricarica.

Il design Beyond Zero

Di fatto la bZ4X apre un nuovo capitolo per Toyota ed è la prima della famiglia Beyond Zero.

Questo nuovo stile che la avvicina di più all’attuale design della gamma Lexus punta su tratti netti e decisi, che esaltano le forme e superfici dinamiche ma pulite dell’auto.

Un design che integra ottimamente i fari sottili a Led con il cofano e le prese d’aria con il paraurti anteriore. L’effetto stilistico è quello di esaltare la larghezza dell’auto per avere una maggior presenza su strada. Il profilo presenta una linea di cintura alta, protezioni in plastica per i passaruota e minigonne laterali e tetto discendente come una coupé che chiude con un generoso spoiler.

Il posteriore ricorda più da vicino proprio la già citata Rav4 con una firma luminosa inedita che unisce i fari a Led orizzontalmente. Il portellone ha una forma regolare e il massiccio e rialzato paraurti in plastica strizza l’occhio al mondo del fuoristrada. I cerchi in lega possono avere misure da 18 a 20 pollici di diametro.

Toyota bZ4X: interni e infotainment

Lo spazio in abitacolo è davvero molto per 5 adulti.

L’assenza del tunnel centrale e il generoso passo permette spazio extra soprattutto per chi siede sul divano posteriore. Le sedute sono morbide e accoglienti, non manca neanche lo spazio per la testa, così da viaggiare sempre in business class. Oltre alle bocchette dell’aria, ci sono i comandi per il riscaldamento e ventilazione dei sedili, prese Usb di tipo C e piastra a induzione per la ricarica dello smartphone senza fili.

I materiali scelti per gli interni sono per lo più in plastica, anche se per la parte alta della plancia sono di tipo soft touch. Molti i vani portaoggetti con ben 20 litri a disposizione dei passeggeri.

Lo schermo dell’infotainment può essere – rispetto alla versione scelta – da 8 a 12,3 pollici di diagonale.

Il software Toyota smart connected di ultima generazione permette la piena connessione alla rete, aggiornamenti di sistema over the air. Inoltre, è perfettamente integrato e gestibile con i comandi vocali, calibrazione dell’aria condizionata compresa.

Dietro al volante multifunzione troviamo una strumentazione completamente digitale in posizione rialzata. Purtroppo la parte superiore della corona volante ne va a coprire una porzione.

Al volante di Toyota bZ4X

L’unica versione disponibile durante l’evento è la top di gamma Awd con due motori elettrici da 80 kW ciascuno – situati sui due assi – per una potenza totale di 218 CV e 337 Nm di coppia. Le prestazioni sono buone ma non “attaccano al sedile” con una accelerazione da 0-100 km/h in 6,9 secondi e una velocità massima limitata a 160 km/h.

La batteria è da 71,4 kWh, è composta da 96 celle, con una tensione di esercizio di 355 V. Si può ricaricare in corrente alternata fino a 11 kW di potenza e 150 kW in corrente continua. L’autonomia dichiarata da ciclo di omologazione Wltp va da un minimo di 411 a un massimo di 516 km rispetto alle versioni.

La bZ4X è un Suv elettrico che punta a essere più efficiente in ogni contesto più che cercare la performace a ogni costo.

Il componente che la contraddistingue si chiama eAxle e integra il transaxle, motore e inverter in una sola unità, così da poter abbassare il baricentro, avere più spazio a bordo per gli occupanti risparmiando peso. Un sistema che riesce a gestire più velocemente sia gli slittamenti delle ruote sia la distribuzione della coppia. Così facendo si ottiene una “global car” elettrica, meno brusca nelle risposte e più gestibile per tutti. Neofiti delle Ev compresi.

Solido lo sterzo che non è mai pesante, ma sempre preciso nell’impostare le curve e gestire repentini cambi di direzione. Ottimo il feedback che rilascia il pedale del freno: non si avverte lo switch tra frenata rigenerativa e meccanica. Un po’ deludente, invece, la modalità one pedal drive che rallenta ma non ferma mai l’auto.

Sorprendente la rigidità e piacevolezza di guida tra le curve grazie alla piattaforma eTNGA sviluppata con Subaru che permette di avere il pacco batterie integrato con il pianale. I benefici sono molteplici con il baricentro dell’auto basso, distribuzione dei pesi al 50:50 tra i due assi e spazio utile per gli occupanti.

La bZ4X pesa tra i 1.850 e 1.950 kg rispetto alle versioni e contiene bene sia il beccheggio sia il rollio nella guida dinamica. Una rigidità di scocca che non va a inficiare il comfort di guida con il reparto sospensioni e che attutisce bene le asperità anche di un asfalto non perfetto.

Per quanto concerne la prova consumi, i 470 km di autonomia dichiarati da Toyota per la versione Awd sono raggiungibili solo nel contesto urbano. In un misto urbano/extraurbano, con aria condizionata funzionante, il totale scende a circa 350 km confermati da computer di bordo.

Toyota bZ4X AWD: uscita e listino prezzi

I preordini online di Toyota bZ4X partono a luglio 2022 mentre per quelli in concessionaria da 0ttobre 2022.

L’auto arriverà in Italia non prima di gennaio 2023 con prezzi – non ufficiali – tra i 50 e 60.000 euro. La garanzia della batteria è di 8 anni o 160.000 km ma è possibile estenderla a 10 anni e 1 milione di chilometri. Toyota punta soprattutto sul noleggio Kinto per la diffusione di nuova bZ4X sul mercato italiano.

[Approfondisci sui servizi di mobilità sostenibile di Kinto]

Toyota bZ4X AWD – scheda tecnica

  • LUNGHEZZA 4,69 m
  • ALTEZZA 1,65 m
  • LARGHEZZA 1,86 m
  • CAPACITÀ DI CARICO 452 litri (411 con subwoofer)
  • MOTORE elettrico, dual motor
  • POTENZA 218 CV
  • COPPIA MASSIMA 337 Nm
  • TRASMISSIONE Rapporto unico
  • TRAZIONE integrale
  • ACCELERAZIONE 0-100 KM/H 6,9 secondi
  • VELOCITÀ MASSIMA 160 km/h
  • BATTERIA 71,4 kWh nominali
  • AUTONOMIA IN ELETTRICO 516 km WLTP combinato