Auto

Volvo S90 e V90, le versioni aggiornate sono mild hybrid

Le nuove Volvo S90 e V90 sono arrivate sul mercato aggiornate e in versione mild hybrid. L’azienda svedese – da 10 anni parte del gruppo cinese Geely – ha presentato la nuova berlina e la nuova station wagon. Quest’ultima lanciata anche in versione Cross Country.

Diverse le novità introdotte. A iniziare dalle diverse varianti del propulsore mild hybrid con tecnologia a 48 Volt sviluppato dalla stessa casa. Queste, infatti, sono disponibili su tutti i modelli Volvo nell’ottica di un ulteriore ampliamento dell’offerta ibrida.

Novità anche per la carrozzeria, dove i designer sono intervenuti con ottimizzazioni sia nella sezione anteriore sia in quella posteriore delle Volvo S90 e V90. Sono stati montati nuovi fendinebbia, uno spoiler dal rinnovato e un nuovo paraurti anteriore più basso.

Leggi della Volvo Xc40 vincitrice a MissionFleet Awards

Volvo S90 e V90, luci full Led e nuove tonalità

Le prime cose che balzano all’occhio delle nuove versioni di Volvo sono i nuovi gruppi ottici posteriori. Gruppi che includono luci full Led e indicatori di direzione sequenziali. Tonalità nuove anche per la carrozzeria e per i cerchioni, che vanno ad ampliare le possibilità di personalizzazione.

All’interno, l’impianto stereo Bowers & Wilkins è stato potenziato con un nuovo amplificatore mentre una nuova impostazione emula gli effetti acustici da jazz club. Un’altra novità nell’abitacolo è l’unità Advanced Air Cleaner con sensore di particelle di particolato PM 2.5. Il dispositivo consente di tenere sotto controllo la qualità dell’aria mediante lo schermo centrale. Se lo si desidera, può eliminare quasi tutte le particelle più fini disperse nell’aria dell’abitacolo nel giro di qualche minuto.

Tutti i modelli delle Volvo Serie 90 e 60, inoltre, sono ora dotati anche di doppi punti di ricarica Usb-C nella sezione posteriore. Tali porte Usb sostituiscono le vecchie prese a 12 Volt. La possibilità di ricarica wireless per smartphone, introdotta per la prima volta sul Suv compatto Xc40, è disponibile anche sulla maggior parte dei modelli della gamma 90 e 60.

Volvo S90 e V90, novità anche nei materiali

Anche i materiali utilizzati per i rivestimenti interni sono nuovi: il tessuto misto lana utilizzato per la prima volta lo scorso anno nei sedili del modello XC90 è disponibile anche per tutti gli altri modelli della Serie 90 e 60. Per gli allestimenti di livello superiore c’è anche una variante “leather free” degli interni.

Il varo delle nuove Volvo S90 e V90 ha sancito lo sbarco dei motori mild hybrid a 48 volt anche negli altri segmenti della sua gamma. La strategia è di rendere questa opzione di alimentazione disponibile per ogni singolo modello in listino.

Del resto tali motori elettrici non son una novità per la casa svedese. Nel 2019, infatti, salirono a bordo dei Suv Xc90 e Xc60. Oggi sono disponibili anche su tutte le altre auto delle serie 90 e 60, oltre che sulla Xc40. L’obiettivo della casa è di abbattere sia il consumo di carburante sia le emissioni (le prove mostrano che si può arrivare al 15% in meno). I propulsori Z.E. vantano poi il sistema brake-by-wire, che interagisce con l’impianto di recupero energetico, riducendo consumo di carburante ed emissioni attraverso il recupero dell’energia cinetica in frenata.

Considerando la linea di modelli Recharge cioè elettrici al 100% e ibridi plug in, si può affermare che ora esista un modello Volvo elettrificato per ogni esigenza.

Scopri l’ultima nata della Casa, la XC40 full electric.

lunghi viaggi in auto
Precedente

Lunghi viaggi in auto con i sedili più comodi di sempre

fleet management ai tempi Coronavirus
Successivo

Il fleet management ai tempi del Coronavirus