MissiOnewsPolitica & Economia

Salone di Farnborough, ondata di ordinativi

DAL NOSTRO INVIATO al Salone di Farnborough: Come di consueto, durante l’evento biennale dell’International Air Show di Farnborough, che si alterna con il Salone dell’Aria di Parigi le Bourget, si sprecano gli annunci di ordini da parte dei costruttori, tra i quali, ovviamente, fanno la parte del leone i due big, Airbus e Boeing. La prima ha annunciato ordini per 431 velivoli, tra cui 60 dei “nuovi” A220-300 (leggi qui) prima dell’inizio del Salone, di cui 93 ordini fissi e 338 memorandum d’intesa. Si tratta di 304 della famiglia A320, 42 A330neo e 25 A350 XWB, oltre appunto agli A220, ordinati da un nuovo vettore che prenderà il nome di Moxy (come la catena alberghiera?). Il totale dell’anno quindi per il Costruttore europeo arriva a 752 velivoli (354 ordini fissi e 398 MoU), ovvero 120 A220, 481 A320; 56 A330, 75 A350 e 20 A380. La Casa statunitense invece ha dichiarato di essersi assicurata un totale di 98,4 miliardi di dollari in ordini e impegni per aerei commerciali a prezzi di listino e 2,1 miliardi di dollari in ordini e accordi per servizi commerciali e di difesa, per un totale di 673 ordini e impegni. Tra una forte attività di ordini per i B737 MAX e B787 e il continuo rafforzamento del mercato cargo a livello globale.

Salone di Farnborough, ondata di ordinativi. I commenti dei manager delle Case

Durante il Salone di Farnborough, aseguito di un ordine per tre B777-300ER presi in leasing da parte di British Airways, il vicepresidente senior per le vendite commerciali e il marketing di The Boeing Company Ihssane Mounir ha dichiarato: “Siamo lieti che British Airways, una delle compagnie aeree leader a livello mondiale, abbia scelto nuovamente il Boeing 777 per la sua flotta a lungo raggio. Questo accordo testimonia il valore duraturo del 777, la sua gamma superiore, l’eccezionale efficienza e la popolarità tra i passeggeri”.
“Il nostro anno fino ad oggi e i nostri impegni di fine salone confermano la forte appetito del mercato per tutte le nostre principali famiglie di velivoli, dal nostro ultimo membro, il 100-150 posti A220, completato dalla nostra famiglia A320 fino a 240 posti, perfettamente collegato alla nostra famiglia wide-body con il nuovissimo A330neo e A350 XWB che si estendono da 250-370 posti. Mentre il nostro A380 sta aprendo nuove opportunità per il mercato dell’usato (o in wet lease, come ha presentato Hi Fly, ndr) ” ha ribattuto Eric Schulz, direttore commerciale di Airbus.

Tra i più grandi ordinativi Airbus trionfa in Asia, con  AirAsia X che ha ordinato altri 34 A330neo versione 900, il più grande, con un numero totale di aeromobili che sale a 100, mentre la vietnamita Vietjet ne richiede  altri 50 A321neo, aeromobile questo scelto anche dalla giapponese Peach Aviation ma in versione LR. Aereo su cui anche noi abbiamo potuto volare, grazie al primi esemplare, di 30, ordinato da easyJet e portato al Salone per mostrarlo a pubblico e operatori da Gatwick dal vettore britannico (leggi qui). Vietjet che ha anche messo a segno il più grande ordine della kermesse londinese, ovvero ben 100 B737 MAX.
Interessante invece sottolineare che ben due ordinativi per un totale di 15 787-9 Dreamliner, con un  valore di 4,2 miliardi di dollari a prezzi di listino, sono stati fatti da due clienti che hanno voluto restare anonimi, a cui si aggiungo i 10 ordinati da Hawaiian Airlines. Quattro i clienti, ancora senza nome, che hanno firmato impegni per un totale di 93 B737 MAX. Il suo contraltare europeo, l’A320neo, è stato ordinato anche da Vistara per 13 unità, mentre sono due gli ordini senza nome per Airbus, con un memorandum d’intesa per 25 aerei A321neo e 75 A320neo.

Tra gli altri costruttori oltre a due A330-800neo Uganda Airlines ha dato seguito al suo ordine di quattro aviogetti da trasporto regionale CRJ900, mentre la colombiana EasyFly ha firmato un memorandum d’intesa per l’acquisto di cinque aerei della serie ATR-600, di cui tre sono ATR 72-600 e due ATR 42-600.

Sono 100 anche gli Embraer che vuole dalla statunitense Republic Airways, il più grande operatore di EJet, che ha firmato una lettera d’intenti per un ordine fermo di 100 E175, con il diritto di convertirsi in E175-E2, e di acquistare diritti per altri 100 E175 velivoli. Inoltre, Mauritania Airlines ha ordinato due jet E175, Helvetic Airways ha firmato un LoI per 12 E190-E2 e diritti di acquisto per altri 12, con diritto di conversione, la compagnia aerea kuwaitiana Wataniya Airways ha firmato un ordine definitivo per 10 velivoli E195-E2 e Azul ha firmato una lettera d’intenti per acquisire 21 aeromobili Embraer 195-E2.

Amanda Stainer, direttore commerciale internazionale del Salone di Farnborough, ha detto: “Sono lieto che l’industria aerospaziale mondiale utilizzi il Farnborough International Airshow come piattaforma preminente per fare affari e firmare accordi importanti. Il futuro inizia a Farnborough; i nostri padiglioni espositivi sono pieni di innovazione che modellerà il nostro modo di volare, consentendoci di andare oltre, più velocemente e con un minore impatto ambientale”.

Nigeria Air
Precedente

Farnborough; annunciato il lancio di Nigeria Air

guadagni ancillary
Successivo

La Top Ten delle compagnie per i guadagni ancillary