MissiOnewsTrasporti

Voli da e per l’Italia: i programmi certi

I voli da e per l’Italia riprendono gradualmente: i cieli riaprono e le compagnie aeree aggiornano via via sui programmi che andranno ad effettuare. L’olandese Klm ha ricominciato il 4 maggio scorso tra Amsterdam e Roma e Milano: mascherina obbligatoria come per tutte le aerolinee.

Dal 20 maggio si va in crescendo nel numero di attività aeree.

In questa data Qatar Airways riprende le operazioni da e per Milano Malpensa con 3 frequenze alla settimana su Doha. Da Fiumicino le attività sono già ripartite nel mese di aprile con 4 frequenze.

Voli da e per l’Italia: riaprono i cieli

Dal 21 maggio è la volta di Emirates verso nove destinazioni compresa Milano. A partire dall’inizio di giugno, Lufthansa ed Eurowings offriranno nuovamente le rotte da Napoli, Catania e Olbia – potenziando al contempo i collegamenti per Malpensa – per Francoforte, Dusseldorf e Stoccarda. Anche British Airways ha deciso per il 1° giugno e delle rotte italiane riattiva Bologna, Milano Linate (7 alla settimana), Roma (11) e Venezia (10) su Londra Heathrow. Cui si aggiungono da Londra City 11 servizi alla settimana verso Linate e 4 su Firenze. Il vettore inglese serve l’aeroporto toscano anche da Edimburgo, sempre da inizio giugno.

Per Ryanair occorre attendere fino al 1° luglio, sempre che le restrizioni per i viaggi all’interno dell’UE vengano revocate, come la Commissione europea consiglia di fare. In tal caso, la low cost irlandese conta di riattivare il 40% del normale operativo. Cioè circa mille voli al giorno.

Misure di sicurezza  a bordo degli aerei post Covid19

Oltre alle coperture di naso e bocca – come detto -, ci sono altre misure di sicurezza che Ryanair ha comunicato.

A bordo, per le transazioni commerciali non si accetta denaro contante. Inoltre sono proibite le file per accedere alle toilette, occorre chiedere l’autorizzazione alla crew. Infine, al check in i passeggeri compileranno un formulario con le informazioni sulla durata della visita nella destinazione del viaggio e l’indirizzo dove alloggeranno. Questi dati verranno trasmessi ai Governi europei in caso restino in vigore le norme di quarantena relativamente agli spostamenti all’interno dell’UE.

Vedi qui il video “Ritornare a volare”.

Policy di prenotazione più flessibili

Continuano poi gli allentamenti alle policy di prenotazione. Qatar Airways, in particolare, consente ora un numero illimitato di cambi di data. Di modificare la destinazione tutte le volte che è necessario, a patto che si trovi entro 5.000 miglia dall’originale. Il vettore non applicherà alcuna differenza di prezzo per i viaggi prima del 31 dicembre 2020, dopo di che si applicheranno le regole tariffarie.

Tutti i biglietti prenotati per viaggi fino al 31 dicembre 2020 rimangono validi per due anni dalla data di emissione. In alternativa, si può convertire il biglietto in Qmiles oppure scambiarlo con un voucher delvalore aggiuntivo del 10%, anch’esso valido per due anni.

Durante il lockdown, Qatar airways ha mantenuto voli di linea verso almeno 30 destinazioni, facendo volare 1 milione di persone.  Entro la fine di giugno conta di avere 80 mete nello schedule. 23 in Europa, 4 nelle Americhe, 20 in Medio Oriente/Africa e 33 in Asia/Pacifico.

Rimborsi dei biglietti Emirates

Con mezzo milione di richieste di rimborsi dei biglietti aerei in attesa di essere gestite, Emirates sta attingendo alle riserve di liquidità per soddisfare le richieste. La compagnia di Dubai, inoltre, ha avviato il rinnovamento delle procedure di backend e aggiunto ulteriori risorse, al fine di aumentare la velocità di elaborazione delle pratiche.

Prima della pandemia erano 35.000 le domande in un mese, mentre adesso il numero è aumentato a circa 150.000 al mese. L’obiettivo è quello di riuscire a smaltire tutta la mole entro gli inizi di agosto.

Devi volare negli Stati Uniti? Segui questo aggiornamento.

viaggi in europa
Precedente

Viaggi in Europa: le frontiere si possono riaprire

protocolli degli hotel best western
Successivo

I protocolli degli hotel Best Western: ecco le procedure di sanificazione