MissiOnewsTrasporti

Da Fs nasce Freccialink, per portare la Tav nelle città non servite

Parte da Siena Freccialink, il nuovo servizio Bus di Trenitalia che ha l’obiettivo di portare l’Alta Velocità  nelle città più piccole, ma con un ottimo bacino di passeggeri potenziale, sia in uscita che, anche dal punto di lista turistico, in entrata. Ecco perché la scelta di Siena, Perugia, L’Aquila, Matera e Potenza. Si tratta di un servizio integrato ferro-gomma come, a dire la verità, già attivato tempo fa dal concorrente Italo con Italo bus (leggi: Le iniziative di Fs e Ntv dal convegno di Reggio Emilia sulla Stazione Mediopadana) .

Dal prossimo 12 giugno quindi,  con l’avvio del nuovo orario estivo, altre cinque città si avvicinano a Bologna, Milano, Roma, Napoli, Salerno, Padova e Venezia servite  dalle Frecce Av Trenitalia in maniera assolutamente integrata, con quattro corse Freccialink al giorno, due in partenza e due in arrivo.

Per il servizio verrà utilizzato un bus speciale a 16 posti che sarà riconoscibile per il logo e la livrea del Frecciarossa e avrà personale dedicato, assistenza, Wi-Fi, drink e monitor di bordo.

I biglietti per la prima rotta Siena – Bologna e Siena – Milano sono già in vendita su tutti i canali commerciali Trenitalia, dalle biglietterie al sito web all’app. Le altre rotte saranno acquistabili dal 3 giugno.  Un unico biglietto, il cui prezzo sarà determinato dal prezzo dell’opzione scelta per viaggiare sul Frecciarossa in partenza o arrivo a Firenze SMN: livello di servizio (Standard, Premium, Business, Executive) e prezzo (Base, Economy, Supereconomy), maggiorato di 10 euro, il prezzo fisso della parte di viaggio in bus, che non potrà comunque essere mai venduto a sé.

Precedente

American Express consolida in Finlandia acquisendo il partner SMT

Successivo

Travel Manager sempre più informati con La Business Travel School