MissiOnewsTrasporti

Hertz, la Selezione Italia aggiunge Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio

Noleggiare un’auto e salire a bordo di una Giulia 2.9 T V6 Quadrifoglio, una delle Alfa Romeo a più alte prestazioni. Ecco la principale novità 2019 di Hertz, azienda che da 101 anni si occupa di rent a car in tutto mondo e che sta crescendo molto nella Penisola grazie anche alla collezione “Selezione Italia“, che comprende circa 800 vetture made in Italy.

Saranno 3 le unità che si aprestano ad entrare nella flotta Hertz, che le posizionerà a Milano Malpensa, Roma Fiumicino e Firenze, in un garage a pochi minuti a piedi dalla stazione di Santa Maria Novella. Unità che rapresenteranno l’Italia e la sua tradizione agli occhi dei clienti premium che sceglieranno di scoprire il Paese attraverso i cristalli di questo piccolo-grande gioiello nazionale.

Sotto il cofano: 510 cavalli di potenza

Che l’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio sia un’esplosione di potenza lo si vede appena si accende il motore da 510 cavalli, erede della tradizione motoristica italiana anni ’60. E che sia un prodotto esclusivo lo si sente sedendosi al volante: posizione sportiva “ribassata” e tecnologia 2.0.

“Hertz è in continua crescita – spiega il direttore generale Italia, Massimiliano Archiapatti – soprattutto da quando nel 2017 ha lanciato Selezione Italia, un brand che comprende solo auto italiane e solo vetture che più di altre richiamano il lifestyle del Belpaese. All’inizio fu una scommessa: quando andai negli Stati Uniti a spiegare ai top manager Hertz che avrei voluto accogliere in flotta auto come la Maserati Levante (scopri di più), Ghibli e Quattroporte (vedi qui la nostra prova) o l’Alfa Romeo Selvio, Giulia veloce e 4C sobbalzarono sulla sedia. Ma acettarono. E visti i risultati ottenuti da Selezione Italia (fatturato raddoppiato dal 2017 al 2018, ndr) hanno accettato di buon grado l’arrivo della Giulia Quadrifoglio”.

I clienti di Selezione Italia di Hertz hanno alcuni piccoli privilegi. O meglio: attenzioni esclusive da parte dell’azienda, come la garanzia di ritirare l’esatta marca e modello che si  è scelta in fase di prenotazione. In aggiunta, ciascun cliente troverà a bordo acqua, cioccolatini e delle piccole guide turistiche oltre a un breve briefing tecnico per utilizzare al meglio la vettura noleggiata.

Queste auto sono scelte per il 70% da stranieri e per il 30% da italiani. Nel caso della nuova Giulia, ci saranno delle restrizioni, vista la “muscolosità” della vettura: l’età minima del guidatore dovrà essere di 40 anni e non sarà possibile utilizzare la vettura in pista, pena la perdita della copertura assicurativa che invece è compresa nei 510 euro giornalieri (“uno per ogni cavallo” ha scherzato Massimiliano Archiapatti) richiesti da Hertz.

Il successo che Hertz ha avuto con la Selezione Italia ha spinto anche la filiale britannica a creare una “British collection” anche per chi noleggia una vetura nel Regno Unito e vuole guidare un’auto made in Uk. Anche in Germania stanno lavorando nella stessa direzione, forti dei numerosi prodotti premium costruiti in loco.

Hertz novità 2019: campagna premium e telematica iCheck

Oltre all’arrivo della Giulia 2.9 T V6 Quadrifoglio, il 2019 di Hertz rent a car è caratterizzato anche dal lancio dell’iCheck, un tool – nato nel 2018 e in fase di attuazione in tutta Italia – attraverso il quale l’azienda e il cliente possono monitorare lo stato del veicolo alla riconsegna, basandosi su foto effettuate all’atto del ritiro. Tale sistema permette di constatare in tempo reale se ci sono danni, evitando contenziosi lunghi e dispendiosi.

Quest’anno, infine, le auto Hertz della Selezione Italia saranno utilizzabili anche in Usa e Olanda. Oltre alle Alfa Romeo e alle Maserati citate, la selezione prevede il noleggio di Abarth 595 Competizione e Turismo, Abarth 124 Spider, Fiat 500 Cabrio e Fiat 124 Spider (leggi i dettagli).

convention Gattinoni
Precedente

Gattinoni in convention, per un salto nel futuro

indagine di CWT
Successivo

Quali sono le preferenze dei viaggiatori d’affari? Lo rivela la nuova indagine di CWT