Food & ServicesMissiOnews

In quali aeroporti si mangiano i panini più costosi?

I viaggiatori d’affari frequenti probabilmente se ne sono già accorti, o lo hanno fatto i loro controller sulle loro note spese, ovvero in quali aeroporti al mondo si mangiano i panini più costosi. Panini scelti perché si è sempre di corsa prima di prendere un volo o di andare a un appuntamento. Ma, forse, non è sempre economico, oltre che salutare, mangiare un panino al volo. Lo dice il sito hometogo che ha analizzato il costo dei panini  (o sandwich) nei principali aeroporti del mondo.

In quali aeroporti si mangiano i panini più costosi? Helsinki, Ginevra e Stoccolma i tre più costosi, Mosca Istanbul e Londra Gatwick quelli meno

E’ l’aeroporto di Helsinki quello dove si vendono i panini più cari (e qualcuno si potrebbe anche chiedere con quale imbottitura…), con un prezzo medio di 8,30 euro. Seguono gli aeroporti di Ginevra (7,90 euro) e Stoccolma (7,40 euro). I costi minori invece allo scalo di Mosca Sheremetyevo, con un prezzo medio di 1,90 euro, seguito  dall’aeroporto di Istanbul (2,10 euro), che chiuderà però a fine anno (leggi qui) e Londra Gatwick (2,20 euro).

Sotto i pianini più costosi (e quelli più economici) nell’infografica in lingua francese di Hometogo, dove si vede che gli scali italiani si piazzano bene, con lo scalo di Bergamo e quello di Roma Fiumicino al 14esimo e al 15esimo posto in totale, con Milano Malpensa al 26esimo posto (sarà perché vi sono bar che vendono toast a 12 euro? Vedi qui). Tra i più cari oltre allo scalo di Copenhagen al quarto posto, stranamente vi è anche quello di Lisbona, città dove normalmente si mangia con cifre abbastanza contenute.

 

GBTA Conference 2018
Precedente

Tutto pronto per la GBTA Conference 2018 di Berlino

Tira e molla Alitalia
Successivo

Tira e molla Alitalia