Società Nlt

Leasys guida l’Nlt nei primi 6 mesi. Seguono ALD e Arval

Arrivati a metà 2017 il trend delle nuove immatricolazioni di auto è chiaro; al netto delle auto-immatricolazioni di concessionari e case auto è il Noleggio quello che traina il settore come spiegato qui, con le big dell’Nlt a fare il pieno di auto nuove, superando di slancio le 170 mila targhe (più 17,6% nei sei mesi del 2017) a cui si aggiungono le 130 mila vetture consegnate per il Noleggio a Breve Termine (più 14,3%). Nel complesso, con 300 mila veicoli, il rent da gennaio a giugno ha targato un quarto del totale delle immatricolazioni in Italia.

Leasys guida l’Nlt nei primi 6 mesi. Ma ALD Automotive si avvicina

Leasys guida l’Nlt nel primo semestre dell’anno con 38.216 immatricolazioni, per una crescita del 16,4%. Al secondo posto si avvicina ALD Automotive (35.099 nuove targhe tra Passenger Cars e Light Commercial Vehicles,  a più 23,8%), mentre sul gradino più basso del podio ecco Arval (26.445 immatricolazioni, + 13,5%), che precede LeasePlan, con 23.516 nuove targhe e una crescita di volumi del 17%, secondo quanto dicono i numeri di Dataforce.

Oltre alle quattro big, che soddisfano il 72,1% della domanda, bene la crescita anche gli altri noleggiatori con Locauto (che occupa la sesta piazza dietro a Volkswagen Financial Services) da gennaio a giugno è cresciuta del 35,2%, Alphabet (ottava) ha incrementato le immatricolazioni del 15,4% che, proprio questo mese, esce dal panel dei noleggiatori Captive Dataforce per esordire tra quelli Top. Alphabet infatti ha la più alta quota di immatricolazioni non appartenenti alle vetture del Gruppo BMW rispetto a quanto realizzato dalle altre società Captive con i rispettivi marchi di appartenenza.

Athlon occupa la decima piazza e ha fatto segnare un eccellente più 38,1%, che va a compensare, in qualche misura, l’arretramento di Mercedes-Benz (settima in classifica, a meno 16,5%), che dallo scorso anno è proprietaria di Athlon Car Lease. La captive di noleggio di Renault-Nissan è anch’essa in gran spolvero: più 43,1%, così come la giovane società di noleggio tutta italiana Sifà, che dallo scorso hanno ha più che triplicato il numero dei contratti. Molto bene anche PSA Renting:  a più 161,8%. Car Server, invece, annuncia un più 6,3% nel periodo.

Giugno è stato un mese eccellente, sia per il noleggio a lungo termine, sia, più ancora, per quello a breve termine: il primo è cresciuto del 21,3%, il secondo addirittura del 56,4%. Per il NLT il successo è dovuto alla sempre più efficace diversificazione dell’offerta, grazie al fatto che i noleggiatori ormai sono in grado di offrire soluzioni convenienti per ogni tipologia di cliente: professionisti, artigiani, piccole, medie e grandi imprese e, ora, anche per i privati.

Seat animo catalano
Precedente

Seat, testa tedesca, animo catalano

Daimler crede nel diesel
Successivo

Daimler crede nel diesel, ma pulito. In revisione 3 milioni di auto