AutoEventiGreenSguardo sul futuro

Al Salone di Ginevra le novità elettriche (o ibride) del 2019

Le preoccupazioni sul futuro delle motorizzazioni Diesel, imprescindibili oggi se si vogliono rispettare i limiti di Co2 fissate dalle istituzioni europee (leggi qui cosa si è detto nei corridoi dei Saloni sulla guerra al Diesel), ha fatto accelerare le novità elettriche della Case costruttrici al Salone di Ginevra, dove non era presente Tesla (anche se nei padiglioni delle Tesla c’erano, anche la 3!,vedi anche quella utilizzata per testare i nuovi pneumatici intelligenti Goodyear cliccando qui). Anche se molte di queste auto le vedremo (forse) nel 2019.

Al Salone di Ginevra le novità elettriche del 2019, con qualcuna che arriverà anche prima

Se al Salone di Ginevra che apre al pubblico oggi sono state svelate le novità elettriche in arrivo nel 2019 od oltre, l’I-Pace, la crossover Jaguar con 400 Cv e 500 chilometri di autonomia, arriverà sul mercato già nel prossimo luglio, anticipando l’Audi e-Tron Quattro che dovrebbe arrivare proprio alla fine dell’anno. Importante invece per Daimler l’arrivo del marchio EQ (di cui parlammo nello scorso Salone di Parigi, leggi qui) su un’auto del gruppo per la prima volta, come ci ha detto a noi di MissionFleet il Communication e pr manager di Mercedes Vadim Odinzoff, ovvero sulla Smart, che si avvia a diventare completamente elettrica, e attorno alla quale il Brand di Stoccarda sta creando un ecosistema (con Ready to park e poi con Ready to park and charge).  Rimaniamo in Casa Mercedes per sottolineare come nel campo dell’ibrido proprio la Casa della Stella è l’unica che crede nell’elettrificazione di auto spinte con motori a Gasolio., mentre nello stand dominava un mega wall con le immagini di un Suv full-electric chiamato EQC che viaggia attorno a un lontano lago svedese ghiacciato. La vicina BMW, tedesca come Mercedes ma anche vicina di stand, ha confermato il lancio di una una nuova i4 a quattro porte coupé elettrico accanto a un X3 full-electric pronti nel 2019, ma non present in fiera. Rimanendo aldilà del Reno nello stand Volkswagen troneggiava il futuro elettrico della Casa, con il monopattino elettrico ma anche con il voluminoso ID Vizzion, privo di volante e pedali, e altre vetture del futuro elettrificate pronte però nel 2022. Nello stand di Porsche troneggiava invece un crossover elettrico da 600 CV, basato sulla stessa architettura della sua berlina elettrica ad alte prestazioni Mission E, “molto vicino alla produzione” come ha detto il numero uno della Casa Oliver Blume guardando in direzione della vicina Lamborghini Urus.

Se di Audi abbiamo già detto, gli altri brand del gruppo Volkswagen hanno presentato: Skoda una versione completamente elettrica della piccola auto Citigo con un’autonomia di 300 km, che andrà in vendita nel 2019, oltre alla concept  Vision X dotata di un delicato sistema ibrido a metano a quattro ruote motrici, mentre Seat, in uno stand “vestito” con il nuovo marchio sportivo della Casa, la Cupra, che sarà anche la prima ibrida della Casa.

Al Salone di Ginevra le novità elettriche (o ibride) del 2019, tra cui la new entry Polestar

Lo avevamo già anticipato nell’articolo sul Salone di ieri (leggi qui); l’arrivo sul mercato del nuovo brand electric di Casa Volvo, ovvero la Polestar, che in fiera ha portato la così chiamata Polestar 1 coupé ibrida plugin da 600 CV che arriverà sul mercato sia in locazione che in vendita a fine anno con un anticipo di 2500 euro, alla fine di quest’ anno, modello a cui seguiranno “la 2 e la 3” come ha detto il numero uno della Casa Thomas Ingenlath. Ibridazione che sarà disponibile anche sulla nuova Volvo V60.

Parlando di ibride non si può non citare Toyota e il brand premium Lexus, che hanno presentato dei concept futuristici ma anche la Auris ibrida, che avrà anche il nuovo motore Toyota a valvole variabili da 2.0 litri da 180 CV in forma ibrida, o la Crossover UX.

Rimanendo in Giappone Nissan oltre al concept di crossover elettrico IMX, non lontanissimo dalla produzione, ha portato la nuova Leaf , una sicurezza nel mondo full-electric, mentre Honda ha portato l’Urban EV e il CR-V Hybrid, che vanta un sistema di trasmissione senza cambio e Hyundai la nuova Kona Electric oltre al suo nuovo concetto di celle a combustibile a idrogeno Nexo Suv.

Tantissimo spazio al Salone occupa Renault, sia con il suo reparto corse, con la realtà virtuale per il cambio gomme, sia con la sua imponente gamma di suv, berline e multi spazio, sia, ancora, con il concetto full-electric EZ-GO una specie di robo-taxi completamente autonomo, e una aggiornata Zoe.

Infine Aston Martin ha presentato la Lagonda Vision Concept, una berlina di lusso full-electric di cui il responsabile dello stile della Casa Marek Reichman ha sottolineato il “design incredibilmente audace, grazie al tanto spazio a disposizione che le propulsioni elettriche, messe sul fondo della vettura, lasciano ai designer”. La rivoluzione elettrica sarà anche nello stile?

 

Goodyear for fleet
Precedente

Goodyear for fleet al Salone di Ginevra

Fleet Meeting
Successivo

Al Fleet Meeting di Ginevra si parla di mobility revolution